Il 40% degli utenti votano la sfiducia a Samsung in un sondaggio

Samsung sta andando in contro ad una serie davvero incredibili di problemi che la vedono impegnata su più fronti, da quello puramente legato alle vicende giuridiche sui brevetti (ed alle relative giustificate sanzioni), sino all’ultima faccenda che ha portato in primo piano il Note 7.

Il colpo subito sul piano finanziario in merito alla vicenda Samsung Galaxy note 7 batteria, che nel periodo ha popolato le pagine dei forum e delle testate online di tutto il mondo, continua ad avere serie ripercussioni in merito agli oneri finanziari subiti a livello aziendale che hanno fatto balzare indietro la società nel mercato azionario di riferimento. Ma, quasi sicuramente, la situazione ha avuto ripercussioni ben più tragiche, concretizzatisi in quello che è stato l’ultimo sondaggio condotto per mano dei propri utenti, ora disposti a migrare verso altre soluzioni di mercato.

La fiducia del consumatore è letteralmente scemata e, a tal fine, sono stati in molti a dirsi disposti all’abbandono definitivo dei prodotti del noto brand sudcoreano così come evidenziato da Branding Brand, dove si è posto in evidenza un -40% di preferenze sul campione intervistato.

Oltre 1.000 persone, di fatto, sono state intervistate in merito alla loro opinione e fiducia riposta in una società che, nell’ultimo periodo, ha davvero colto in negativo il proprio pubblico. Quasi la metà degli intervistati ha fermamente confermato la non intenzionalità a procedere al futuro acquisto di uno smartphone Samsung, dopo che la società ha provveduto ad annunciare al mondo l’immediato ritiro delle ultime unità Note 7.samsung-note-7-q3

Un sondaggio che si somma a quello già affrontato in occasione del primo richiamo voluto per la fallimentare campagna di sostituzione per i Note 7 equipaggiati con Samsung SDI Batteries, dove il 34% degli utenti si era detto favorevole alla politica di non adozione dei terminali futuri appartenenti all’OEM coreano.

Letto nei termini voluti dalla società di ricerca e considerando quindi un campione totale di soli 1.000 individui, la determina delle condizioni di fiducia è difficile a stabilirsi, benché il dato rispecchi le preoccupazioni di molti utenti, ora preoccupati dalla brutta piega presa dalla società nella creazione dei propri device.

Per andare in contro alle esigenze degli utenti e, diciamocelo pure, per tentare il tutto per tutto, Samsung Electronics ha avviato procedure di offerta in denaro ($100) verso tutti coloro che procederanno allo scambio del proprio Note 7 con un altro device della casa madre.
LEGGI ANCHE: Galaxy Note 7, fallimento porterà fine di Android? I dati.

E voi che posizione assumerete? Siete entro quel 40% d’utenza che ha votato la sfiducia o credete fermamente in una società rivelatasi, almeno sino ad oggi, impeccabile in ogni ambito di applicazione tecnologica? Esprimete pure la vostra opinione.