, ,

A Milano apre un nuovo Apple Store: a dir poco rivoluzionario


Non sarà un semplice Apple Store. A Milano verrà costruito “uno dei più innovativi e tecnologici Apple Store del mondo”.

La protagonista e la coordinatrice del progetto sarà proprio Angela Ahrendts – Senior Vice President, Retail, di Apple Inc.
Più precisamente, lo store verrà edificato in Piazza Liberty e si prevede un “ribassamento della parte centrale della piazza” e, state ben attenti(!), verrà costruito un anfiteatro aperto al pubblico dedicato alla presentazione di nuovi prodotti e ad eventi culturali.
L’anfiteatro donerà alla piazza una spiccata maestosità, sarà costituito da gradoni e rappresenterà il cuore della piazza.
Tra l’anfiteatro e lo store sarà costruito un livello di raccordo intermedio.

Ma ancora non è finita! La Giunta Comunale di Milano, che agli sgoccioli del 2016 ha dato l’approvazione del progetto, rilascia un comunicato stampa con i dettagli dell’opera che verrà realizzata:

Alle spalle di quest’area verrà realizzata una vetrata schermata da una cascata d’acqua, che segnerà l’ingresso al negozio posto a quota -3,24 metri dal livello della piazza. Allo store si potrà accedere anche dalle scale che verranno realizzate all’interno del cosiddetto “Portale”, una struttura completamente vetrata ai cui lati verranno poste due vasche d’acqua, oltre che da due rampe di scale poste ai lati dei gradoni e da un ascensore posizionato sulla piazza per garantire la completa accessibilità del negozio. Saranno inoltre completamente ristrutturati gli spazi interni che attualmente ospitano il cinema Apollo, rifatta la pavimentazione, riposizionate le griglie limitrofe a via San Paolo e piantate alcune alberature.

Il progetto ha avuto il benestare della Soprintendenza archeologica delle belle arti e paesaggio per la Città metropolitana di Milano e del primo Municipio, in collaborazione con Apple Store Retail Italia, Banca Popolare di Milano e la Società Immobiliare Cinematografica, che è proprietaria dell’immobile principale.

milano-piazza-liberty

Milano, Piazza Liberty

I vertici Apple, fanno sapere che lo store che verrà realizzato a Milano è destinato ad essere un “Flagship Store”. Ovvero un Apple Store in versione estesa, dove sarà rappresentata l’intera gamma di prodotti e servizi affiliati al marchio della “mela”. Una vera e propria “ambasciata Apple” in suolo italiano.

Quanto costerà?
Alcuni dati non ancora ufficiali, fanno sapere che Immobiliare Cinematografica verserà 4,6 milioni di euro al Comune di Milano per la realizzazione edilizia dell’opera. Mentre Apple, ha preso un accordo particolare con il Comune: verserà, una tantum, la somma di 768mila euro, che corrispondono al costo sostenuto quattro anni fa dal Comune per il rifacimento della piazza, e si aggiunge una tassa di 127.435 euro all’anno per l’utilizzo della piazza stessa.
Inoltre, l’amministrazione comunale, ha siglato un’ulteriore accordo con Apple per organizzare, ogni anno, almeno 8 eventi pubblici gratuiti “di alto profilo culturale e sociale” in coordinazione con l’assessorato, più altri 4 di propria iniziativa.

Insomma, Milano si conferma essere una “city” aperta al futuro europeo, con un’amministrazione bel salda che sa contrattare negli affari. Molti la pronosticano come la nuova Londra del postbrexit …staremo a vedere!

apple

LEGGI ANCHE:
Yahoo si trasforma in Altaba: l’addio di Marissa Mayer
Apple: il libro “designed by Apple in California” arriva anche in Italia