A Samantha Cristoforetti già manca lo Spazio

Astrosamantha ha concluso la sua avventura in orbita durata 199 giorni, record italiano di permanenza consecutiva nello spazio per un astronauta. Samantha è rientrata sulla Terra dopo sette mesi sulla Stazione Spaziale. Ora è felice di essere tornata a casa, ma afferma che fluttuare senza peso nello spazio le mancherà davvero molto.

Ecco come dunque #astrosamantha si presenta alla prima conferenza stampa con i giornalisti italiani. Viso sorridente, il capitano dell’aeronautica al rientro sulla Terra ha parlato di una un’esperienza davvero eccezionale. Da anni aspettava questo momento che non è stato così violento come se l’era immaginato.

La Soyuz non è senza dubbio comoda, anche se Samantha cercava di guardare fuori e di cogliere  gli ultimi suoi istanti di permanenza nello Spazio prima di rientrare. Una volta entrata nell’atmosfera, l’apertura del primo paracadute, poi del secondo fino a vedere il Kazakistan ‘vestito di verde’.

Samantha racconta che le emozioni più forti a livello fisico e di intensità, sono state le dinamiche del lancio e del rientro. Di una cosa è comunque certa: il fatto di fluttuare e di volare in libertà, le mancherà ‘infinitamente di più‘.

L’astronauta italiana spiega come ancora in certi momenti le sembra di essere sulla ISS, in altri invece si chiede se è stato soltanto un sogno.

L’adattamento alla vita terrestre è gia ripreso, nessuna nausea e problemi nel camminare ma si sente “molto pesante”, in quanto ora sente il proprio peso.

#astrosamantha ha anche spiegato il perché della ricerca scientifica, sottolineando che permette di osservare fenomeni che ‘altrimenti non si possono studiare, misurare e quantificare sulla Terra, perché possono essere mascherati dalla gravità o non succedere proprio sulla Terra. Si acquisiscono conoscenze fondamentali sui sistemi biologici che hanno anche importanti ricadute nella medicina, nella diagnosi e nelle terapie‘. Un importante contributo alla ricerca da parte di questa donna di cui tutta Italia va fiera. Bentornata Samantha e grazie.