Amazon crea una versione web dell’Echo

L’espansione con cui l’Internet of Things (IoT) sta prendendo piede è sempre maggiore, e sempre più compagnie di grandi dimensioni si stanno cimentando in sistemi operativi, network nazionali, e chi più ne ha più ne metta. Amazon, pensando più in piccolo, poche settimane fa aveva rilasciato un piccolo speaker cilindrico chiamato Echo, in grado di riprodurre musica a 360° dai migliori servizi musicali e con una funzione che lo rendeva sempre in modalità ascolto, pronto a reagire ai nostri comandi vocali.

LEGGI ANCHE: Gli audiolibri di sbarcano anche in Italia grazie ad Amazon Audible

Un’altra particolarità dell’Echo è la sua capacità di interagire con la maggior parte dei dispositivi smart nelle vicinanze, rendendo quasi inutile l’uso delle mani. Ordinare una pizza su Just Eat, prenotare un taxi su Uber o solamente farsi leggere un libro sul proprio Kindle, sono solo alcune delle funzionalità permesse dall’Echo di Amazon. Per portarvelo a casa però sarà necessario sborsare $179,99, una cifra sicuramente abbordabile ma che potrebbe spaventare gli utenti meno consapevoli delle potenzialità di questo speaker, così il colosso dell’e-commerce tramite il suo forum di sviluppatori, ha creato un sito appositamente per far provare le sue potenzialità e magari, convincervi a comperarlo.

Echo Amazon

Il sito si chiama “Echosim.io” ed è usabile solo dopo aver effettuato il log in con in vostro account Amazon. Pensato principalmente per gli sviluppatori, questa simulazione via web dell’Echo è comunque un ottimo modo per capire l’efficacia dell’intelligenza artificiale dell’assistente vocale.  Per farlo basta aver un microfono da cui poter inserire i comandi vocali, e tenere premuto con il mouse il simbolo di ascolto ed attendere l’elaborazione della risposta. Il website è attualmente funzionante per laptop, pc, tablet e smartphone.
 
Questa è sicuramente un’iniziativa davvero interessante sotto due punti di vista: il primo è che in questo modo Amazon dà modo ai propri acquirenti di provare “con mano” un oggetto prima di comprarlo; ed in secondo luogo si sta facendo un altro piccolo passo in direzione dell’Internet of Small Things, ovvero una versione più ristretta dell’IoT a piccoli device in grado di interfacciarsi con l’ambiente circostante e reagire di conseguenza, rendendo effettivamente tutto più pratico e smart.

Cosa ne pensate di questo Echo? Come giudicate la mossa di Amazon? Fatecelo sapere con un commento qui sotto e vorremmo sapere se qualcuno di voi ha già acquistato uno di questi speaker intelligenti.

Echo Amazon Echosim.io