Amazon: negozi fisici e drive-in per la vendita di alimentari

Il gigante dell’e-commerce Amazon pare non essere mai contento. Il sito di Jeff Bezos sembra voglia espandere ulteriormente i suoi domini aprendo negozi fisici per la vendita di alimentari.

La notizia – non ancora ufficiale – è stata riportata dal Wall Street Journal, secondo il quale Amazon starebbe programmando l’apertura di piccoli punti vendita dove i clienti potranno acquistare alimentari come frutta, verdura, latte e carne ma anche ricevere i prodotti, ovviamente ordinati online, senza scendere dalla macchina.

Negozi fisici e drive-in

Il servizio, secondo l’indiscrezione, potrebbe essere indirizzato inizialmente solo ai clienti con abbonamento Fresh, ovvero il servizio di Amazon che offre consegne a domicilio di prodotti freschi nel giro di 24 ore. Ciò non significa che successivamente non possa essere esteso a tutti, andando quindi ad aggredire un mercato molto ampio e composto da diversi colossi ma che – a quanto pare – Amazon non sembra temere e potrebbe impensierire, forte di un marchio ormai super consolidato.

Amazon apre agli alimentari

Amazon non è nuova al suo ingresso nel commercio fisico: ha già infatti aperto una libreria a Seattle (e prossimamente ne arriveranno altre quattro) e negozi di elettronica di consumo all’interno dei maggiori centri commerciali degli USA.

I negozi di alimentari, seppur fisici, non saranno tradizionali botteghe con commessi e scaffali. Secondo le indiscrezioni, infatti, i negozi con frutta, verdura e carne di Amazon i clienti potranno ordinare prodotti a lunga scadenza con dei tablet o con il proprio smartphone per poi farseli spedire a casa, ma anche ordinarli online e riceverli stando comodamente in auto con un servizio drive-in.

LEGGI ANCHE
Twitch Prime: sconti su giochi e Twitch per utenti Amazon Prime
Amazon crea videogiochi per PC, ecco i primi 3 in anteprima Video

Non un vero e proprio ritorno alle origini quindi, ma un modo da parte di Amazon per seguire e coccolare il suo cliente in tutte le modalità di acquisto esistenti sul mercato, e quindi anche nel mondo reale con negozi in mattone e cemento.