Android ed i suoi nuovi 7 segreti di sistema

Nella sua forma base, Android possiede limitate funzionalità accessorie che vengono via via implementate dal produttore che applica le proprie personalizzazioni. Vi sono sette funzionalità nascoste che scopriremo proseguendo nella lettura.

Android, 7 funzionalità nascoste

Dopo aver visto come sia possibile installare app non compatibili ed aver appreso come nascondere tutti i nostri dati smartphone passiamo in rassegna una serie di tricks utili per il tuo dispositivo.

Introduciamo il discorso dicendo che in ogni caso, dalla prima versione sino alla più recente release di Android 6.0 Marshmallow, Google fornisce per la versione stock funzionalità base che vengono estese dai produttori attraverso la creazione di apposite interfacce ed app proprietarie.

Infatti, pur avendo la medesima versione del sistema operativo, possiamo incontrare ambienti di utilizzo che differiscono per UI e funzionalità. Lo stesso dicasi per le funzionalità che seguono, da intendersi universalmente valide sul piano teorico visto che non abbiamo garanzia della loro presenza su tutti i dispositivi.

Certificati Wi-Fi

Se, accedendo alle Impostazioni, avete esaminato a fondo le Opzioni disponibili per la vostra connessione WiFI avrete senz’altro notato la presenza di una voce chiamata Installa Certificati. Ma cos’è un Certificato? Un certificato è un pass automatico che consente l’accesso alla rete senza passare per sistemi di autenticazione. Viene installato dall’amministratore di rete sul tuo dispositivo e consente dunque di ottenere in automatico i permessi per l’accesso al WiFI.

Bande di Frequenza WiFI

Se avete acquistato un router di ultima generazione e possedete un terminale che gestisce le connessioni di rete senza fili su sistemi dual-band, sappiate che potrete utilizzare due diversi canali per il collegamento del vostro dispositivo alla rete Internet. Al momento i router operano su due portanti in frequenza fissate a 2.4GHz e 5GHz.

La sostanziale differenza tra le due tipologie di funzionamento si traduce in una minor condensazione di traffico sulla più recente frequenza 5GHz. Sui dispositivi abilitati a trasmettere su tale frequenza registriamo un minor numero di interferenze rispetto alle utenze sui 2.4GHz, presenti in numero maggiore rispetto ai 5GHz. Dalla stessa sezione citata poco sopra possiamo accedere all’opzione che ci consente di selezionare la frequenza di funzionamento desiderata.

Access Point Name (APN)

L’APN è il sistema attraverso cui il nostro telefono si connette ai servizi di rete quando siamo in mobilità. Ogni operatore fornisce le indicazioni per la connessione automatica al server ISP mobile che opera su uno specifico APN. Tali APN sono generalmente pre-configurati e già presenti in elenco per il proprio gestore.

Tuttavia, per i terminali di importazione estera è quasi certo che questi non siano nativamente presenti e perciò si dovrà procedere manualmente all’aggiunta di questi tramite apposito Menu che trovate al percorso Impostazioni > Utilizzo Dati > Reti Cellulari.

Funzionalità Daydream

Android Daydream

Una funzione conosciuta ma poco discussa e generalmente poco usata. Consente di generare, come in un sistema PC-Desktop, un salva schermo (screensaver) con la differenza che per il suo funzionamento si richiede il collegamento ad una fonte elettrica esterna. In pratica funziona solo se il tuo device è sotto carica.
Lo troviamo nel menu Display e permette, in tali condizioni, di visualizzare l’orologio, una gallery di immagini prelevate dal nostro dispositivo oppure le notizie del giorno.

Trasmetti Schermo

Android Mirror

Un must-have dei device Android. Permette infatti di trasmettere i contenuti del vostro telefono in streaming su monitor e TV abilitati a riceverli. L’esempio più classico è quello delle recenti SMART TV, di default abilitate alla ricezione degli stream del vostro tablet o smartphone. Puoi attivare la funzione dallo stesso menu del DayDream.

Crittografia Avanzata Dispositivo

Se sei un utente Apple molto probabilmente sai già di cosa stiamo parlando. Crittografare il proprio dispositivo si traduce nella necessità di avere maggior controllo e maggiore sicurezza sui dati in esso contenuti. Allo stesso modo dispositivi quali Nexus 6 e Nexus 9 già possiedono questa funzione abilitata di default.

Android Crittografia

Da Impostazioni > Sicurezza > Crittografia Dispositivo potrete aggiungere la funzione che porterà ad un leggero rallentamento del vostro telefono ma il vostro livello di sicurezza contro intromissioni o furto sarà ai massimi livelli. Lo sblocco del dispositivo infatti avviene solo se si conosce la chiave di decodifica.

La procedura richiede fino ad un’ora di tempo e pulisce tutti i vostri dati. Inoltre, ad ogni accesso o sblocco display, vi verrà richiesta la password per l’accesso al terminale. Assicuratevi quindi di scegliere una passphrase sicura e di avere una buona percentuale di batteria disponibile. Non perdete la password altrimenti dovrete ripristinare ai dati di fabbrica.

Correzione Colore

Da Android 5.0 Lollipop in avanti è stata ufficialmente introdotta la funzione di correzione colore reperibile nel menu Accessibilità. È in assoluto la funzione meno conosciuta e consente di correggere alcuni parametri visivi del display adattandoli per coloro che hanno problemi di daltonismo sia per deuteranomalia (rosso-verde) che per protanomalia (rosso-verde) e tritanomalia (blu-giallo).

Adesso che sapete quali interessanti funzioni nasconde il vostro Androide non indugiate oltre e correte a provarle. Condividete la pagina sui social e non esitate nel chiedere delucidazioni. Lasciate un commento per qualsiasi evenienza. Fonte: PhoneArena