Android N e Google I/O 2016: svelate tutte le novità

Oggi è il secondo giorno del Google I/O ed in questi giorni sono state svelate molte novità e i nuovi prodotti google, tra cui la nuova piattaforma per la realtà virtuale Daydream, Android wear 2.0, Google Assistant, Allo e Duo.

Tra le tante novità, una di quelle che ha suscitato più interesse è la divulgazione di molte caratteristiche del nuovo sistema operativo Android N. Vediamo, dunque, quali sono le maggiori novità introdotte nel nuovo sistema operativo.

android N

Migliori prestazioni grazie alla tecnologia Vulkan e JIT Compiler:

Durante il Keynote, Dave Burke, ha annunciato un’importante rivoluzione per quanto riguarda le prestazioni e le App Run Time.

Il nuovo sistema operativo Android migliora notevolmente le performance generali dei dispositivi attraverso l’introduzione delle API Vulkan. Queste API, permettono di gestire al meglio la GPU integrata dei dispositivi, offrendo un’esperienza di gaming all’altezza di quella delle console. Invece, per quanto le app Run time; Android N integra il compilatore JIT che permette di aumentare la velocità d’installazione delle app del 75% e di ridurre il peso dei pacchetti dati del 50%.

Android N sarà un sistema operativo molto più sicuro

La sicurezza è da sempre uno dei punti fondamentali di tutte le conferenze Google e anche quest’anno, Big G ha introdotto un miglior sistema di sicurezza. Infatti, sempre secondo quando annunciato da Dave Burke durante il Keynote, Android N porterà con se importanti novità.

Android sicurezza

La nuova versione del sistema operativo introdurrà un nuovo sistema di crittografia basato sui file, il media framework Hardening che introdurrà miglioramenti di sicurezza generali, ed inoltre gli aggiornamenti del sistema avverranno in background in maniera simile a come avviene già su Chrome OS. Quest’ultima novità permetterà di aggiornare il dispositivo senza dover inserire alcuna password e dunque diminuendo il rischio di captazione da parte di hacker.

Android N e i miglioramenti sulla produttività

Anche sul fronte produttività, Android N, introduce importanti novità. Sebbene possa sembrare banale, il nuovo sistema operativo introdurrà il pulsante per “pulire” le app in background nella parte alta dello schermo.

Inoltre è stato inserito il Quick switch, ovvero effettuando un doppio click sul pulsante a forma di quadrato in basso a destra, si riaprirà l’ultima app utilizzata. Questa funzionalità risulta essere particolarmente utile ad esempio per vedere l’ultima app aperta sul dispositivo mentre si sta conversando al telefono.

La gif mostra il funzionamento del Quick switch di Android N

Inoltre sul fronte visualizzazione, in Android N è stato aggiunto il multi-window. Attraverso un tap prolungato, infatti si aprirà il menù multi-window che permetterà di visualizzare due app contemporaneamente.

Android N multiwindow
ecco un’immagine che mostra il multi-window di Android N

Una nuova gestione delle Notifiche

Importanti novità arrivano anche sul fronte notifiche. Secondo una statistica effettuata da google, la tipologie di notifiche più visualizzate negli smartphone sono i messaggi. Per questo motivo Android N introdurrà la possibilità di risposta immediata, simile a quanto già succede su Whatsapp.

Android N direct reply
Ecco un’immagine che mostro le direct reply di Android N

Per restare sempre in tema messaggi, Big G ha anche introdotto ben 72 nuove emoji, tra cui l’avocado, un uomo che balla, etc. Inoltre Google avrebbe anche mandato la richiesta al consorzio unicode per introdurre tra le emoji le donne al lavoro.

Android N: quale sarà il prossimo nome?

Ogni nuova distribuzione Android è sempre accompagnata da un grande dibattito sul nome. Durante il Keynote, Dave Burke, ha annunciato di non sapere ancora per cosa stia la famosa N; tuttavia google quest’anno ha dato la possibilità ai fan di scegliere il nome attraverso una piattaforma on-line. Per chi di voi volesse inviare il proprio suggerimento basta cliccare qui. Ovviamente, l’unica regola è che il nome deve iniziare per N.

La distribuzione di Android N avverrà quest’estate, tuttavia se siete i possessori di un dispositivo Nexus potete già installare la versione developer 3 del sistema operativo, resa pubblica da Google in questi giorni.

E voi cosa ne pensate delle novità introdotte? Vi sarebbe piaciuto vedere qualcos’altro? Fatecelo sapere attraverso i vostri commenti.