Anonimato e privacy online: guida alla VPN

Quanti di voi hanno sognato di svincolarsi dalla propria identità digitale? NO, non temete, non stiamo per affrontare nessun complesso poema pirandelliano novecentesco. Ma ammettiamolo, a volte la nostra privacy viene proprio messa a dura prova dai protocolli della rete.

Anonimato online, Privacy e consigli su VPN

Eccoci perciò qui a parlare di un exploit, noto a coloro che si sono già addentrati soprattutto in quelle che sono le casistiche dei gamers più accaniti, le VPN, indispensabili per l’anonimato online. In determinati paesi o esercizi di pubblico servizio quali hotel e ristoranti, filtri di banda e blocchi imposti limitano e bypassano le porte di comunicazione virtuali cui un apparato di rete si serve per aprire una via di comunicazione ad altre reti esterne prime tra tutte quelli dei circuiti P2P e del multiplayer online dei videogames. Ciò può accadere anche all’interno delle propria mura domestiche, grazie all’inserimento indebito di blocchi da parte del proprio provider per quanto concerne certi determinati tipi di servizio. Introduciamo allora il concetto di VPN (vi rimando al link sopra per maggiori informazioni tecniche in merito).

I punti cardine che consentono un funzionamento agevole e quanto più performante in un determinato tipo di rete come questo sono: anonimato online, sicurezza, velocità e ambiente user-friendly. Nessuno di questi aspetti deve essere perciò trascurato o posto in secondo piano.  In primo luogo, la sicurezza deve essere quanto meno garantita dalla presenza di un firewall di tipo NAT mentre la velocità è un fattore soggettivo che varia da compagnia a compagnia e dipende dai server installati mentre l’anonimato online è garantito da una maschera IP Proxy.

IPVanish VPN: anonimato in tutta sicurezza

IPVanish è una società in grado di offrire un servizio di tipo VPN basato su 15 anni di esperienza diretta nel settore dell’anonimato online e non solo. Infatti, non solo ci viene garantito l’anonimato, ma vengono sbloccati inoltre i limiti di banda per quando concerne il traffico in download da server P2P e l’accesso alle stanze virtuali di ambienti videoludici di rete.

Interfaccia IPVanish

IPVanish VPN infatti cripta i nostri dati in uscita (rendendoli irriconoscibili ai nostri provider) utilizzando server velocissimi che funzionano da proxy client-server (rete privata Tier 1).

Quanto costa?

IPVanish Costi

Come si può chiaramente vedere i prezzi sono più che competitivi, in particolar modo per quanto riguarda l’affitto del servizio a breve termine (1 mese). Al modico prezzo di 10$ infatti potremmo avere una VPN sicura, veloce ed affidabile nel caso in cui , ad esempio, ci trovassimo fuori casa in vacanza.

Prova IpVanish Vpn o consulta il loro sito web

Virtual Private Network: requisiti in dettaglio

Come abbiamo potuto constatare, il prezzo abbordabile e l’anonimato garantito, potrebbero già essere delle argomentazioni più che sufficienti ad operare una scelta orientata verso tale soluzione.

Ma non finisce qui…

Come accennato nella introduzione, la forza del servizio si incentra sulla sicurezza e la semplicità d’uso oltre che sulla velocità e stabilità. In dettaglio ecco cosa dovrebbe offrire una VPN che si rispetti:

  • Traffico dati illimitato
  • Reti Private protette con crittografia militare EAS a 256bit
  • Protocolli verificati OpenVPN, PPTP & L2TP
  • Supporto 24h tutto l’anno
  • Supporto multipiattaforma (Pc Windows ,Mac, Android, iOS , Linux)
  • Recesso in prova gratuita
  • Login multiplo

no Anonimato vpn

Conclusione

Voler rendersi anonimi nella giungla di internet non costituisce reato. Il diritto alla privacy è un diritto di tutti. Anzi, noi utenti dovremmo ribellarci direttamente con coloro che, senza nostro esplicito consenso, tracciano ogni nostra attività vanificando la legge a tutela della privacy senza alcun riguardo per le nostre libertà digitali giustificando spesso il fatto con futili argomentazioni prive di ogni ben che minimo dettame etico.