Apple assicura che il bug del 1970 sarà risolto con il prossimo update di iOS

La scorsa settimana è stato scoperto un curioso bug relativo le impostazioni manuali di data e ora in iOS. Secondo quanto dichiarato da alcuni utenti, modificando manualmente la data di un dispositivo mobile di Apple e impostandola al 1° gennaio 1970, il device, in seguito al suo riavvio, si spegnerà in maniera permanente. Gli utenti che hanno voluto provare questo “trucco” si sono ritrovati con un dispositivo inutilizzabile, nonostante i ripetuti tentativi di ripristino.

Questo problema riguarda tutti i device Apple che utilizzano un processore a 64 bit e hanno installato iOS 8 o successivi, tra cui iPhone, iPad e iPod Touch. Per chi non fosse a conoscenza di quali siano i processori a 64 bit, parliamo dei chip A7, A8, A8X, A9 e A9X. Quindi, per i possessori di un prodotto della Mela che non appartiene a questa categoria, come un device a 32 bit, il problema non sussiste.

iOS: Bug sulle impostazioni della data

Alcuni utenti hanno provato a trovare alcune soluzioni a questo problema, ma sembra che nessuna possa riportare in vita il proprio dispositivo iOS. Anche provando a mettere il device in modalità DFU ed eseguire il ripristino tramite iTunes, tecnica che viene spesso consigliata negli Apple Store, non ha portato ad alcun tipo di risultato.

Le cause di questo bug potrebbero essere molte. La più ragionevole potrebbe essere inerente ai fusi orari presenti all’interno dei prodotti Apple. Impostare la data al 1970 farebbe sì che l’orologio interno debba essere impostato a valori temporali inferiori allo zero, il che provocherebbe il blocco totale.

iphone bug data calendario

Oggi, Apple ha ufficialmente riconosciuto questo bug come reale problema e ha inserito l’apposita pagina di supporto sul suo sito web. L’azienda dice che rilascerà presto un aggiornamento software per evitare che questo grosso problema possa colpire altri device iOS in futuro. Riguardo alla situazione l’azienda americana si è espressa brevemente avvertendo gli utenti di non impostare la data del proprio iPhone, iPad o iPod Touch a prima di maggio 1970, perché può causare il bloggo totale del dispositivo dopo un riavvio.

La pagina di supporto consiglia alle persone che siano state colpite da questo bug di contattare il supporto Apple per ricevere assistenza. Anche se la società di è subito impegnata per aiutare i propri clienti, non tutti gli Apple Store sembrano aver ricevuto le medesime direttive. Infatti, mentre una parte degli utenti sono riusciti a ricevere la sostituzione complete del dispositivo presso il Genius Bar, altri sono stati allontanati.

Quel che è certo per ora, è che la compagnia di Cupertino si appresterà a rilasciare un nuovo aggiornamento software che possa risolvere definitivamente questo fastidioso bug. Tuttavia, non è chiaro quale sarà la versione che porterà la soluzione al problema, se iOS 9.3, il cui arrivo è previsto per marzo con una serie di nuove funzionalità, o iOS 9.2.2 come aggiornamento OTA per la risoluzione dei bug.

Non è la prima volta che il sistema operativo di Apple viene colpito da insoliti bug di sviluppo. L’anno scorso, ad esempio, l’invio di un messaggio di testo con una certa stringa di codice arabo ha portato in crash l’applicazione Messaggi, continuando a riavviare l’iPhone ad ogni apertura. Ma, mentre i precedenti bug hanno trovato tutti una soluzione immediata, questo è il primo ad arrestare completamente i device. Fonte: 9to5mac