,

Apple assume un ex dirigente di Amazon per rilanciare l’Apple TV

Secondo quanto affermato nelle ultime ore da Bloomberg, Apple starebbe incrementando la propria attenzione sull’evoluzione di Apple TV, almeno questo è quanto si è inteso dalla recente acquisizione della società. Proprio in queste ore, la compagnia di Cupertino avrebbe ufficializzato l’assunzione di un ex dirigente di Amazon, Timothy D. Twerdahl, al quale sarà affidato lo sviluppo del dispositivo videoludico dell’azienda nei prossimi mesi.

Gli stessi portavoce dell’azienda californiana hanno confermato quanto detto da Bloomberg, riferendo l’aggiunta al team di Apple di Twerdahl all’inizio di questo mese. Il profilo dell’ex dirigente di Amazon risulterebbe perfetto per il rilancio di Apple TV. Infatti, il nuovo dipendente di Cupertino è stato capo progetto per lo sviluppo di Amazon Fire TV oltre ad aver lavorato per Netflix come dirigente e aver ricoperto il ruolo di vice presidente per Roku.

Apple lancia la sfida ad Amazon e Roku con Apple TV

La relazione odierna rileva inoltre che l’assunzione di Twerdahl porterà l’uscita dai ranghi di Apple di Pete Distad, che si è occupato del progetto Apple TV al fianco di Eddy Cue fino al mese di gennaio.

La nuova assunzione rivela quanto l’attuale Amministratore Delegato della compagnia californiana, Tim Cook, voglia rilanciare l’Apple TV ad occupare una posizione sempre più di spicco sul mercato. Il CEO ha più volte affermato di avere in serbo importanti novità per il proprio device anche se non sono mai stati rivelati i dettagli specifici. Il campo della TV via cavo sta attraversando un periodo di mutamento e come ha dimostrato Netflix, questa rivoluzione potrebbe essere molto remunerativa per le piattaforme di video streaming.

LEGGI ANCHE: iOS 10.3, Apple rilascia la seconda beta agli sviluppatori

L’assunzione dell’ex capo di Amazon Fire TV ha comunque sollevato alcuni dubbi riguardo a quanto questo potrà giovare ad Apple. Il Fire TV non è, infatti, riuscito a conquistare il cuore degli utenti negli ultimi 3 anni. Tuttavia, questo suggerisce come Apple stia tentando di rinnovare la propria TV, seguendo un profilo che meglio si adatta ad un settore che per la compagnia di Cupertino appare ancora inesplorato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…