Apple rischia una multa da capogiro per colpa del WiFi Assist

Nei giorni scorsi, presso il tribunale di San Jose, California, è sta presentata una denuncia ai danni dell’azienda Apple con la richiesta di un risarcimento di 5 milioni di Dollari. Il motivo? La funzione WiFi Assist.

 

Il WiFi Assist è una funzione molto interessante introdotta con il nuovo sistema operativo iOS9 che migliora l’esperienza d’uso, ma non è esente da danni collaterali. Il suo scopo è quello di fornire al dispositivo una connessione stabile e veloce, pertanto è in grado di interrompere automaticamente la connessione WiFi passando a quella mobile, nel caso in cui il segnale WiFi non sia ritenuto sufficientemente potente o stabile.

In realtà non si tratta di una funzione del tutto inedita, già altri costruttori hanno dotato da tempo i propri dispositivi di una funzione identica, ma la reazione degli utenti iPhone è stata completamente diversa. Per loro, il WiFi Assist si è trasformato in una vera e propria maledizione. La stabilità e la potenza della rete WiFi dipende da molti fattori e può essere disturbata anche dalla semplice presenza di altri segnali WiFi nei dintorni.apple wifi

Se da un lato le connessioni WiFi sono per lo più gratuite, le connessioni mobili si pagano a caro prezzo. Il continuo passaggio dalla rete WiFi alla rete mobile effettuato silentemente, porta a costi aggiuntivi che vanno a gravare sul conto telefonico. Questi costi possono anche considerarsi in un certo senso nascosti, visto che il passaggio alla rete mobile non è segnalato né autorizzato dall’utente.

Al momento Apple ha solo inviato delle scuse informali via web, ma la controversia non può finire così. I danni agli utenti che hanno aderito alla causa ammontano già a più di 5 milioni di Dollari, che costringeranno Apple a scendere in campo nell’ennesima lotta giudiziaria causata dalla poca trasparenza dei suoi termini d’uso e d’informazione.