Auricolari utilizzati per violare Android ed iOS: NUOVA MINACCIA !!

Auricolari spia? Proprio così. Pare che un hacker possa violare il vostro device servendosi dei vostri auricolari innocentemente inseriti nel vostro device. Questo grazie ad un ingegnoso sistema che sfrutta i comandi vocali degli assistenti vocali Siri e Google Now. LEGGETE CON ATTENZIONE !!

Auricolari Interceptor: Siri e Google Now a rischio intercettazione

Gli hacker hanno escogitato un nuovo sistema per violare la nostra privacy. Come? Attraverso l’uso degli auricolari combinati ai vari assistenti personali vocali presenti nei nostri sistemi Android ed iOS. Il metodo funziona sulla base delle elementari leggi dell’elettromagnetismo che conferiscono al cavo degli auricolari la capacità di fungere da antenna trasmittente anche a notevole distanza. Infatti un gruppo di hacker è riuscito ad inviare comandi vocali a notevole distanza servendosi di tale principio. Fantascienza? Nient’affatto. Fate attenzione, benché avere il vostro device tra le mani conferisca sicurezza non è garanzia di riservatezza.

Ricercatori francesi hanno dimostrato recentemente come sia possibile inviare silenti comandi vocali a distanza intervenendo sulla modulazione delle onde elettromagnetiche generate per mezzo del campo magnetico degli auricolari in remoto. Sfruttando la direzionalità del cavo degli auricolari nella sua lunghezza può essere possibile trasdurre i segnali elettromagnetici in segnali elettrici da fornire al dispositivo in remoto per impartire comandi non sempre sfruttati lecitamente che il dispositivo interpreta come segnali ricevuti attraverso il microfono. Senza nemmeno proferire parola un hacker potrebbe sfruttare gli auricolari per istruire Siri all’apertura di un sito malevolo o ad iscrizioni a siti premium e Phishing Mail, avviare chiamate in modo da rimanere in ascolto e tutte le implicazioni malevole che ne possono derivare.

La possibilità di indurre un segnale parassita sulla componente audio di dispositivi abilitati ai comandi vocali potrebbe avere un importante impatto sulla sicurezza. Non ci sono praticamente limiti. Tutto quel che si può fare con l’interfaccia vocale può essere fatto anche da remoto e con discrezione attraverso le onde elettromagnetiche

auricolari hacker

Sezione Virus Android ed iOS

La probabilità che un episodio del genere capiti non è poi così remoto come si possa pensare se ci si immagina immersi nel traffico cittadino dove l’espansione di una simile soluzione causerebbe non pochi danni. Una notizia non del tutto allarmante visto che la distanza utile per il funzionamento di un tale principio è abbastanza contenuta ed inversamente proporzionale all’attrezzatura da utilizzare. Resta comunque un campanello d’allarme. In attesa che Google ed Apple producano auricolari schermati non resta che, come unica soluzione, disattivare gli assistenti vocali dei rispettivi produttori. Si potrebbe pensare di utilizzare auricolari bluetooth ma di certo esistono degli altri pericoli annessi all’utilizzo di un tale tipo di auricolari. Certo non una soluzione versatile ma almeno la nostra privacy sarà al sicuro.