Cambio ora legale 27 marzo 2016 su iPhone e Android: come risolvere problemi?

Cambio ora legale marzo 2016 ormai alle porte, visto che l’appuntamento tanto atteso da coloro che amano le lunghe giornate primaverili ed estive è ormai alle porte. Negli ultimi anni, però, non sono stati pochi gli utenti che hanno denunciato problemi con il proprio dispositivo Android o iPhone, soprattutto coloro che per piacere o per dovere domenica 27 marzo saranno obbligati a svegliarsi di buon ora. E magari con la sveglia impostata attraverso il device.

Se non volete che il cambio ora legale di questo 27 marzo 2016 vi riservi brutte sorprese, dunque, potrebbe tornarvi utile seguire qualche semplice consiglio, fermo restando che in linea puramente teorica l’orologio del vostro iPhone o Android dovrebbe cambiare automaticamente alle 2, facendo così il balzo istantaneo alle ore 3. Come evitare eventuali problemi o bug di natura tecnica con il proprio dispositivo mobile?

CAMBIO ORA LEGALE MARZO 2016 SU IPHONE – Se siete in possesso di un iPhone, la prima cosa da fare è accertarsi di aver aggiornato il sistema operativo al recente iOS 9.3, visto che in passato la maggior parte dei problemi sono stati riscontrati da chi disponeva di firmware meno recenti. Successivamente seguite il percorso Impostazioni > Generali > Data e ora,  prestando attenzione al fuso orario impostato sul vostro iPhone (se il settaggio non è allineato al Paese in cui vi trovate, inevitabilmente anche il cambio dell’ora legale spiazzerà il device). Se notate anomalie, impostate l’orario manualmente, anticipando il salto di un’ora in avanti sabato sera.

CAMBIO ORA LEGALE MARZO 2016 SU ANDROID – In questo caso sentiamo di potervi dare ampie rassicurazioni, perché storicamente i modelli dotati del sistema operativo Android hanno sempre retto al meglio il cosiddetto cambio ora legale. Non crediamo che l’appuntamento del 27 marzo possa rappresentare una minaccia, ma per chi vuole andare sul sicuro è sufficiente recarsi nelle impostazioni del device e settare la voce “data e ora” come “manuale”, portando da subito l’orologio un’ora avanti.