CES 2016: display di vetro trasparenti, flessibili e risoluzione 8K nel prossimo futuro

L’impegno dei principali brands in ricerca e sviluppo per i segmenti di maggior peso nel contesto tecnologico-consumer ha sempre permesso ad alcuni marchi come Samsung, LG e Sony di dettare legge ed anticipare le tendenze, imponendosi in modo particolare nell’ambito di display e schermi ad alta risoluzione per i quali il futuro – più prossimo di quanto si pensi – riserva grandi novità come svelato al CES 2016.

In occasione di questi giorni di esposizioni e presentazioni, i tre colossi asiatici hanno voluto fornire un saggio delle novità presto presenti nel campo mobile e dell’home entertainment presentando i primi schermi flessibili, display di vetro trasparenti – tipici delle migliori saghe fantascientifiche – e nuovi standard di elevata risoluzione.

LG: SmartTV premium da 98 pollici, 8K e display trasparenti e/o flessibili

LG presenta al CES 2016 la prima SmartTV con display in vetro trasparente, double-face
LG presenta al CES 2016 la prima SmartTV con display in vetro trasparente, double-face

Una delle rivelazioni di questo CES 2016 – e forse neppure più di tanto volgendo lo sguardo alla crescita registrata nell’ultimo triennio – è certamente LG che dal successo mobile conquistato lato smartphone ha saputo trarre importanti segnali per innovazioni e sviluppo dei display.

Se negli ultimi giorni il brand coreano ha presentato una nuova linea premium di SmartTV dotata di HDR, caratteristiche tecnico-estetiche uniche sul mercato con un design tra i più sottili e leggeri del panorama e persino un maxi-schermo da 98 pollici con la nuova risoluzione 8K (denominata come Super UHD), altrettanto e ben più interessanti sono gli sviluppi per schermi flessibili e display trasparenti in vetro.

Quest’ultima rappresenta un’assoluta novità, integrata all’interno del nuovissimo Glass 4K OLED G6 TV capace non solo di offrire uno spessore ridottissimo – paritario all’accostamento di 4 carte di credito – ma anche trasparente e double-face sfruttando un doppio pannello interno capace di programmare due diverse visioni sul margine anteriore e posteriore sfruttando il massimo della superficie disponibile.

Sony: HRD, retroilluminazione e consumi, streaming film da salotto

Ben più pratico e meno proiettato su nuove tecnologie è invece il futuro svelato da Sony che al CES 2016 ha puntato sulla revisione di alcuni importanti tecnologie esistenti come la risoluzione HDR, l’ottimizzazione dei consumi per la retro-illuminazione e dell’home entertainment focalizzandosi sui servizi integrati nella nuove SmartTV.

Tutto ciò si traduce nei nuovi televisori XBR-X940D, da 75 pollici, e XBR-X930D, proposto in due varianti da 65 e 55 pollici, tutti inclusivi di risoluzione 4K con un notevole miglioramento della retro-illuminazione grazie allo schermo brevettato Sony Triluminos revisionato dall’esclusiva tecnologia “Slim Backlight Drive” capace di riscrivere il concetto di griglia pixel garantendo picchi di luce specifici e maggior profondità dei neri in base alle proiezioni.

Il vero punto di forza dell’offerta nipponica per SmartTV ed home entertainment è però rappresentata dalle piattaforme proprietarie – integrate nel firmware basato su Android – permettendo all’utente di poter effettuare lo streaming film senza doversi rivolgere a piattaforme esterne come Netflix bensì attingendo direttamente dall’ampio catalogo Sony Pictures.

Samsung: SmartTV con quantum dot, 8K ed eco-sistema di controllo domotica per il CES 2016

Samsung svela la nuova tecnologia di alta risoluzione Quantum Dot al CES 2016.
Samsung svela la nuova tecnologia di alta risoluzione Quantum Dot al CES 2016.

Il CES 2016 non poteva non trovare alcune delle più interessanti novità all’interno delle proposte di Samsung, capace di spaziare a 360 gradi all’interno della gestione futura delle SmartTV interconnesse alla Smart Home e con elevata ed ottimizzata risoluzione, dettagli che mostrano l’avanzamento sia rispetto LG che Sony e le diverse strategie.

Se la risposta alla linea premium di SmartTV firmata da LG è rimasta inalterata, puntando sui modelli presentati lo scorso anno introducendo per prima il concetto di SUHD, altrettanto non si può dire per quanto concerne i maxi-schermi grazie all’arrivo di un televisore anche in questo caso da 98 pollici con risoluzione 8K ma potenziato con la presenza della tecnologia brevettata 10-bit Quantum Dot.

Quest’ultima rappresenta un nuovo standard, integrato nei pannelli schermo, capace di ottimizzare risoluzione, colori ed illuminazione al fine di poter offrire una qualità superiore delle immagini, con maggior profondità visiva e – pur a parità di risoluzione HDR – una maggiore realisticità in ciò che viene trasmesso, siano questi film oppure contenuti digitali in streaming di qualsiasi tipo.

A tutto ciò, pur se non esplicitamente ricordato al CES 2016, vanno sommati gli sforzi per la realizzazione di un eco-sistema proprietario per la gestione domotica della futura Smart Home direttamente dai propri SmartTvs offrendo una maggior connessione tra tutti i dispositivi in arrivo in questo 2016. Fonte: DailyMail