Come aumentare RAM Android gratis

Aumentare Ram Android è possibile e soprattutto è gratis.

Naturalmente, contrariamente ad un classico sistema modulare quale PC, notebook ed alcuni convertibili, installare fisicamente banchi di memoria RAM è impossibile vista la miniaturizzazione elettronica SMD e la tecnologia via via sempre più orientata verso tale corrente di pensiero.

L’unica cosa da fare è quindi procedere ad incrementare il quantitativo di memoria RAM disponibile agendo su ben determinati parametri settati al fine di incrementare le risorse di sistema libere in termini di spazio di memoria. A seconda delle circostanze l’operatività sul sistema varia. Vediamo di chiarire meglio questo concetto.

Aumentare RAM Android per SuperUser (root devices)

Come già detto potenziare la RAM attraverso opportuni upgrade hardware è una soluzione improponibile. Occorre quindi utilizzare degli escamotage ad hoc per far credere al sistema di averne molta di più. Per ovviare all’inconveniente creatosi dall’impossibilità fisica d’agire usiamo il file di swap.

root

File di Swap

Per chi ancora non ne fosse al corrente il file di swap altro non è che un’area riservata di memoria allocata all’interno del disco fisso principale o nel nostro caso nella memoria esterna MicroSd. Il vantaggio del file di swap, nonostante la velocità decisamente più blanda rispetto ad un chip di memoria vero e proprio (parliamo di tempi di accesso di alcuni millisecondi contro appena pochi decimi di nanosecondo per le RAM) costituisce un buon compromesso per ingannare il sistema in modo tale che veda una porzione della memoria esterna come un’estensione virtuale della memoria ad accesso casuale (RAM). Così, nel momento in cui il numero di processi è tale da portare in saturazione la RAM il file di swap interviene memorizzando temporaneamente su disco le informazioni che potrebbero essere richiamate ma che non sono in p rimo piano. In Windows il file di swap prende il nome di Temp.

Aumentare RAM Android

Tale caratteristica non è implementata a livello standard su nostri dispositivi mobile. A livello superuser, dopo aver ottenuto l’accesso root, possiamo richiamarlo attraverso una semplice procedura. Per farlo utilizzeremo infatti un’applicazione Android prelevabile da Google Play Store.

Google Play StoreRam Manager Free

La versione free consente il supporto al file di swap e varia rispetto alla versione PRO per la saltuarietà degli update, la presenza della pubblicità. La versione Pro è disponibile a €4.99.

Procedura per incrementare la Ram su Dispositivi Android

  1. Installate ed aprite RAM Manager Free. Concedetegli i permessi di root quando richiesto.
  2. Entrate nella sezione Extra e selezionate Swap file.
  3. Scegliete il percorso in cui creare il file di swap. ATTENZIONE: scrivete il percorso in cui si trova la vostra scheda SD esterna* e non aggiungete altre cartelle (ad esempio “/storage/sdcard1/”). Se non conoscete il percorso esatto, aprite un gestore file (come ES Gestore File) entrate nella SD e guardate il percorso.
  4. Selezionate la dimensione in MB del file di swap; maggiore è la dimensione e più aumenteremo la RAM disponibile, ma aumenterà anche il carico di lavoro sulla CPU (ne parleremo più avanti). Consiglio di selezionare da un minimo di 128 MB ad un massimo di 512 MB.
  5. Confermate e attendete la fine del processo, che può durare fino a qualche minuto e concluderà con un messaggio di avvenuta creazione del file di swap. Per verificare, entrate nella scheda SD con un gestore file e controllate la sua presenza (e dimensione).
  6. Utilizzate a lungo il dispositivo per testare le performance e, una volta assicurati che non ci sono problemi, potrete attivare la casella “Applica all’avvio” in basso.

Aumentare RAM Android

 

*Se non disponete di una scheda SD, potrete usare la memoria interna (ad esempio “/storage/sdcard1/”). Leggete attentamente la sezione “Problemi Noti” di questo articolo!

Considerazioni sull’espandere RAM Android

Questa procedura è consigliata se avete un dispositivo con 1 GB di RAM o inferiore, i risultati migliori si hanno se è minore di 512 MB. Con capacità di RAM superiori non otterremo risultati significativi. In secondo luogo, è fortemente consigliato usare una scheda SD di classe alta (Consigliata UHS-1 Classe 10) per avere risultati significativi.

android

Problemi noti

I continui cicli di scrittura sulla scheda SD andranno ad incidere sulla durata della stessa: ogni memoria, a seconda della qualità, dopo un determinato numero di GB scritti si deteriora fino alla “morte”.

*Per questo motivo è importante creare un file di swap sulla scheda SD e non nella memoria interna del telefono. Inoltre il processo di swap impegnerà molto la CPU, andando ad influire sulle sue performance e sulla batteria.

Un’ulteriore tecnica consiste nell’utilizzo di una funzione Android per utenti root che si chiama zRAM. ZRam consente di aumentare RAM Android introducendo una compressione attiva a livello di memoria RAM rendendo maggior spazio libero al file swap. Il processo naturalmente inciderà negativamente sulla RAM del dispositivo dato che un’elevato quantitativo di dati deve essere compresso rapidamente e salvato.

Aumentare RAM Android per utenti comuni

Se siete dei comunissimi mortali Android e soprattutto non volete invalidare la garanzia del vostro smartphone allora potete seguire alcuni semplici accorgimenti per liberare preziosa memoria RAM sul vostro robottino.

android

I nostri consigli per avere più RAM libera

Chiudete i Widget

widget

Se la vostra intenzione è quella di liberare RAM e velocizzare il sistema sbarazzatevi dei widget. Ebbene sì, avete ben compreso. Questi simpatici amici occupano un sacco di risorse di memoria.

Disattivare applicazioni

disattivare app

Molti processi di applicazioni che nella stragrande maggioranza dei casi non utilizziamo sprecano enormi risorse di sistema ed esauriscono la batteria nonostante siano in background. Mantenete perciò il minor numero possibile di applicazioni installate.

Disattivare le animazioni

ram

Le animazioni sono belle ma avide di RAM! Dalle opzioni sviluppatore, un menu segreto attivabile nelle impostazioni, potremo disattivare le animazioni di Android. Questa potrebbe essere una soluzione drastica, il cui utilizzo è consigliato solo a coloro che danno più peso alle performance che all’estetica.

  1. Entrate in Impostazioni > Info sul telefono e premete ripetutamente Numero di build fino alla comparsa di un messaggio che vi avviserà dell’avvenuta attivazione delle opzioni sviluppatore.
  2. Adesso andate in Impostazioni > Opzioni sviluppatore e disattivate, nella sezione Disegno, le seguenti tre opzioni:
  • Scala animazione finestra.
  • Scala animazione transizione.
  • Scala durata animatore.

Leggi Anche | Notifiche Kitkat in Lollipop

Cambiare launcher

apus

Se state usando launcher alternativi o launcher stock particolarmente pesanti, cambiarlo con uno più leggero potrebbe essere la migliore delle soluzioni! Anche in questo caso, maggiori sono le funzioni che lavorano in background o le animazioni e più RAM verrà utilizzata. Tra i launcher più leggeri in assoluto vi consiglio il nuovo APUS Launcher.