Come correggere errori hard disk e riparare i settori danneggiati

Correggere errori hard disk è un’operazione che si rivela necessaria col passare del tempo. Vediamo perciò come sia possibile risolvere gli errori tentando il ripristino dei settori danneggiati.

Correggere errori hard disk

Col passare del tempo, a causa dei continui cicli di lettura e scrittura e del livello di frammentazione delle tracce su disco, notiamo dei fastidiosi lag e dei rallentamenti dove prima non c’erano.

Con ogni probabilità, attraverso un’analisi superficiale, saremo in grado di rilevare alcuni errori che pregiudicano il corretto funzionamento del componente. Vediamo perciò come operare attraverso software ben specifico. Utilizzeremo CheckDiskGUI.correggere errori hard disk

Sistemare gli errori del nostro disco fisso potrebbe apparentemente sembrare un’operazione un’operazione complicata ma scopriremo presto che la procedura è ben al di sotto della portata di un qualsiasi utente medio. State tranquilli e scaricate CheckDiskGUI.

Una volta effettuato il download, installate i dati dell’eseguibile ed accedete alla home screen del programma che mostra in primo piano un prospetto della situazione drive del nostro computer. Individuiamo perciò l’hard disk fisico su cui dobbiamo operare le correzioni apponendo il segno di spunta accanto ad esso e procediamo.

A questo punto abbiamo diverse opzioni per intervenire nella correzione degli errori:

  • Read Only: Consente di verificare la presenza di errori su disco senza procedere alla loro correzione (fornisce, in prima approssimazione, un dettaglio dell’analisi senza intervento diretto)
  • Fix and Recover: Procede alla correzione degli errori rilevati a seguito di un’analisi approfondita della superficie del disco e recupera i dati in esso contenuti
  • Fix: Si limita a correggere errori hard disk senza tentare di ripristinare i dati persi nei settori danneggiati

Al termine della procedura, sarà poi possibile salvare un rapporto completo, sotto forma di file log in formato testo, riportante il risultato delle operazioni effettuate ed il relativo stato hard disk a seguito del ripristino. Allo stesso modo, dal menu File sarà possibile in output un file di stampa cliccando sulla voce Print del relativo menu.

Dunque, se hai notato dei vistosi rallentamenti al tuo sistema prova questo strumento gratuito per la rilevazione ed il ripristino dei settori e dei dati. Facci sapere se ti siamo stati di aiuto e condividi sui social l’articolo. Fonte: Attualissimo