Galaxy Note 7, come funziona lo scanner dell’iride nel dettaglio

Samsung Galaxy Note 7, come vi abbiamo accennato in precedenza, utilizza un sistema biometrico che ha come sua principale funzione quella di incrementare la sicurezza per gli utenti che lo utilizzano. Infatti accanto all’ormai consueto lettore di impronte digitali è interessante la presenza anche di uno scanner dell’iride, vediamo come funziona. Questo sistema ha molteplici funzioni. Infatti principalmente può essere utilizzato per sbloccare il telefono senza dover usare pin, Password etc, però può anche avere altre funzioni. Ad esempio si può sfruttare per per pagare con Samsung Pay, questo può essere fatto funzionare anche per tutelare e proteggere i propri documenti personali grazie alla Secure Folder.

Tra l’altro vi segnaliamo che Samsung ha pure pensato di pubblicare un post dove spiega dettagliatamente come questo sistema che troviamo nel Samsung Galaxy Note 7, che usa una tecnologia innovativa, funziona. La scansione dell’iride è, in parole povere, un sistema di identificazione biometrica che utilizza l’immagine dell’iride memorizzata sul device per riconoscere l’utente. L’immagine in questione viene memorizzata grazie alla presenza del LED ad infrarossi e dalla iris camera. 

Galaxy Note 7 scanner autenticazione con iride

Questa immagine, in pratica, viene confrontata dal sistema con quella conservata sul telefono ed in questa maniera avviene il riconoscimento. La multinazionale sudcoreana ha deciso di puntare su di un LED IR. Il motivo di questa scelta sta nel fatto che le immagini infrarosso non sono influenzate dal colore degli occhi e dalla luce dell’ambiente circostante. Questa tecnologia che ovviamente rientra nelle proprietà di Samsung utilizza la luce prodotta dal display del Samsung Galaxy Note 7, garantendo la possibilità che l’utente possa essere riconosciuto anche quanto l’ambiente è scarsamente illuminato.

Come funziona lo Scanner dell’iride (occhio), ecco l’infografica.


Tutto questo dunque garantisce una lettura veloce da parte dello scanner è una maggiore sicurezza e velocità rispetto a quanto avviene con il lettore delle impronte digitali. Infine vi segnaliamo anche che il lettore LED IR ha ricevuto la certificazione IEC 62471, dunque si tratta di una tecnologia che non crea nessun disturbo alla nostra salute, soprattutto per quello che concerne gli occhi. In proposito segnaliamo anche che lo scanner viene comunque disattivato  in automatico nel caso in cui ravvisi che gli occhi siamo eccessivamente vicini allo schermo o se l’esposizione si è prolungata troppo e la cosa dunque può creare problemi agli utenti del Samsung Galaxy Note 7.

Ecco il video che spiega il funzionamento di questa nuova funzionalità che troverete nel nuovo Samsung Galaxy Note 7 in tutti i negozi dal prossimo 2 settembre ed in preordine dal 19 agosto.