Come migliorare le performance sui nostri iPhone, iPad e iPod Touch con iOS 8

iphone 3gs ricondizionato offerta

Con questa guida scopriremo come andare a migliorare le performance dei nostri iPhone, iPad e iPod Touch grazie a strumenti propri di iOS 8 e con l’aiuto del Jailbreak.

L’imminente arrivo di iOS 9 ha portato la questione dell’ottimizzazione in primo piano, cosa che ha destato l’attenzione di molti utenti iOS, specialmente i possessori di idevice non proprio recenti. iOS 8 fin dalle prime relase si è dimostrato un sistema operativo non certo privo di bug ma con i successivi aggiornamenti la situazione è andata migliorando. Tuttavia, oltre alle funzioni castrate per ovvi limiti hardware, su alcuni iDevice più anziani l’esperienza utente non può definirsi all’altezza di quella sui dispositivi più recenti.

Migliorare le prestazionisu iPhone e iPad: via con il Jailbreak

Partiamo dal Jailbreak, il processo che rende possibile l’installazione di software di terze parti e che va a modificare molte funzioni del dispositivo altrimenti non modificabili. Per quanto riguarda il Jailbreak vi sono opinioni contrastanti: c’è chi accusa gli utenti di Cydia, lo store alternativo “anima” del Jailbreak, di utilizzarlo per pirateria o di esporre il proprio dispositivo a minacce quali malware o spyware; chi invece ritiene che un utilizzo ragionato possa rendere il proprio dispositivo molto più personalizzabile e adatto alle proprie esigenze.

Noi lo utilizzeremo in maniera abbastanza semplice, con lo scopo di limitare quelle funzioni superflue di iOS che possono incidere negativamente sulle performance e sulla durata della batteria.

Prima di tutto scarichiamo da App Store una delle tante app che consentono di monitorare i processi del nostro dispositivo, quali CPU, memoria RAM, velocità di connessione ecc. Da parte mia utilizzo Omnistat, ma sono molte le app che hanno le stesse funzioni. In questo modo potremo verificare l’utilizzo della memoria e del processore, prima e dopo il processo di ottimizzazione. Altre app che possono essere utili a tale scopo sono: System Activity Monitor, System Status, iMonitor oppure molte altre disponibili nella categoria Utility sullo store della mela. A questo punto è necessario eseguire il jailbreak tramite i vari tools disponibili in rete come Taig o PP. Qui e qui trovate i link ai siti ufficiali. Il jailbreak va ad invalidare la garanzia del vostro dispositivo ma trattandosi di smartphone o tablet di due o tre anni fa il problema non sussiste.

Una volta installato Cydia aggiungiamo una repository, gli spazi che gli sviluppatori utilizzano per pubblicare i loro tweaks, dal menù “sorgenti”.

http://ib-soft.net/cydia/beta

Senza-titolo-1

I migliori Tweaks per ottimizzare Iphone

Successivamente fatto cerchiamo questi tweaks nel menù di ricerca:

  1. iCleaner Pro spegne i processi di sistema inutili in maniera del tutto sicura
  2. Disable Parallax Effect elimina totalmente l’effetto parallasse
  3. FastCenters rende più fluide le animazioni del centro di controllo e notifiche
  4. Nitrous la velocità di navigazione migliorerà nelle applicazioni e nei browser di terze parti
  5. NoslowAnimations consente di velocizzare a piacimento le animazioni di sistema
  6. SB Opacque Clarity – rimuove il blur in alcune parti dell’UI. Necessario su iPad 4, iPad mini, iPhone 4S. Gli altri dispositivi non hanno gli effetti blur di default
  7. CCsettings permette di disattivare/attivare rapidamente funzioni quali localizzazione, 3G, LTE che possono incidere sulla durata della batteria

Alcuni tweak sono a pagamento e costano quanto un’app su App Store, sugli 0,90€.

Una volta fatto tutto questo il sistema risulterà molto più fluido, ma è ancora possibile ottimizzare alcuni aspetti grazie alle funzioni native di iOS.

Se non utilizzate spesso la localizzazione, attivatela quando necessario tramite CCSettings, e dalle impostazioni di iOS disattivatela per le app che non ritenete utili. Disattivate totalmente (consigliato) o parzialmente “Aggiornamento App in background”. Per velocizzare ulteriormente le animazioni di sistema attivare, da impostazioni generali poi accessibilità, l’opzione “riduci movimento”.

A questo punto dovreste notare un miglioramento generale nelle animazioni, dei caricamenti delle pagine web, dello scrolling nei menù delle app e allo stesso tempo un utilizzo minore della CPU poiché non impegnata a gestire processi esosi come il parallasse o il blur. Personalmente ho eseguito questo processo su un iPad di terza generazione e mi è sembrato di avere un nuovo device tra le mani. Anche su iPhone 4S la situazione è decisamente migliorata anche se non a livelli dell’iPad. Entrambi i device montano il processore A5 (A5x nel caso dell’iPad) così come l’iPad Mini di prima generazione.

Conoscete altri modi per velocizzare iOS? Avete notato cambiamenti? Fatecelo sapere nei commenti!