Cosa aspettarsi da Apple nel 2016: nuovi iPhone, iPad, Mac e Watch 2

Anche se il 2015 di Apple si è appena concluso con il rilascio del tanto discusso iPad Pro, il grande tablet da 12.9 pollici, già si parla dei dispositivi che la Mela potrebbe rilasciare in questo bisestile 2016, tra cui già spuntano iPad Air 3, iPhone 6c, iPhone 7 e Apple Watch 2. Se state pensando di acquistare l’attuale generazione di uno di questi device, forse è meglio che leggiate bene questo articolo, e forse attendere la fine dell’anno potrebbe essere la scelta giusta.

Qui di seguito abbiamo raccolto tutte le informazioni riguardo ciò che ci aspettiamo verrà rilasciato nel corso del 2016 dalla compagnia di Cupertino, a partire dalla seconda generazione di Apple Watch durante un probabile evento a marzo accompagnato da un nuovo iPhone da 4 pollici, passando per nuovi MacBook, iPad Air 3 fino ad un servizio di TV streaming e iPhone 7.

Apple 2016: Da Watch 2 fino a iPhone 7

Apple Watch 2, prime novità

La prima generazione di Apple Watch ha visto la luce nel mese di aprile dello scorso anno, per questo motivo la maggior parte degli analisti ritengono che la Mela possa seguire questa tabella di marcia anche per quest’anno. Il primo evento clou della prima metà del 2016 dovrebbe giungere a marzo, durante il quale oltre a Watch 2 potrebbero essere presentati altri due device, iPhone 6c e iPad Air 3.

Il nuovo smartwatch di Cupertino sarà caratterizzato da una serie di importanti cambiamenti, tra cui spiccano una fotocamera FaceTime, nuove funzionalità per diventare più indipendente da iPhone, Wifi integrato, monitoraggio del sonno ottimizzato e migliorati sensori per il monitoraggio della salute. Inoltre, potrebbero comparire anche nuovi cinturini e colorazioni, oltre a quelle recentemente introdotte per il modello Sport. E se Apple dovesse rispettare questa tabella di marcia, i nuovi orologi potrebbero essere già pronti per il prossimo mese di aprile.

apple-watch

iPhone da 4 pollici

Nonostante il grande successo riscosso dai melaphonini da 4.7 e 5.5 pollici, ci sono ancora un sacco di clienti che preferiscono telefoni da 4 pollici e se il rumor giunto da China Mobile dovesse rivelarsi corretto, ad aprile il desiderio di questi utenti potrebbe avverarsi. L’iPhone 6c o 7c dovrebbe rappresentare una versione aggiornata del iPhone 5s, caratterizzato da una batteria da 1642mAh, un processore A9, spazio di archiviazione da 16GB, Touch ID e 2GB di RAM.

Con molta probabilità il chassis dovrebbe essere in metallo con i bordi arrotondati per adattarsi meglio al design di iPhone 6.

iphone-6c-render-hero-1

iMac e MacBook

A partire dai primi mesi del 2015 fino alla fine dell’anno, gli ingegneri di Cupertino hanno aggiornato la maggior parte dei MacBook, oltre all’introduzione del nuovo MacBook da 12 pollici. Tuttavia, il 2016 potrebbe segnare una svolta per i MacBook Air, che non ricevono veri aggiornamenti ormai da qualche anno. Secondo i rapporti si parla di un nuovo modello da 15 pollici, ad affiancare gli attuali 11 e 13“, tutti ugualmente caratterizzati da una forma più sottile e ridisegnata.

Per quanto riguarda i restanti componenti della linea MacBook tutto resta ancora da vedere, per ora si parla di nuove configurazioni per i MacBook Pro Retina, per lo più caratterizzati da aggiornamenti interni, tra cui spiccano i nuovi processori Intel Skylake. Questi processori dovrebbero essere utilizzati anche dalla linea Air, con relativi miglioramenti delle prestazioni e della batteria. Infine, è probabile che nel 2016 saranno rilasciati nuovi iMac con porte USB di tipo C e Thunderbolt 3 su tutta la linea, affiancati dai nuovi chipset di Intel.

macbook-air-sale

iPad Air 3

Il più recente ed affidabile report sul nuovo iPad è giunto dall’analista di KGI Securities, MingChi Kuo, il quale sostiene che iPad Air 3 potrebbe essere presentato già nella prima metà del 2016. Infatti, dopo il recente rilascio di iPad Pro e della quarta generazione della linea Mini, entrambi rilasciati nel mese di settembre 2015, è altamente probabile che iPad Air sia il prossimo a beneficiare di un aggiornamento.

L’iPad Air 3 dovrebbe includere le stesse componenti interne, ma aggiornate, e il medesimo design dell’attuale generazione. Al contrario, non aspettatevi di vedere il nuovo 3D Touch su di esso, a causa dei ritardi di produzioni dovuti dall’ingente aumento della richiesta. Insieme ad esso, Apple potrebbe decidere di rilasciare anche una serie di nuovi accessori, ampliando magari la custodia tastiera a tutte le versioni di iPad, riducendo i prezzi e sbarazzandosi della linea da 16GB a volta di quella da 32GB.

Per quanto riguarda il software, sarebbe molto sensato l’idea di introdurre un nuovo sistema operativo più simile a OS X, caratterizzato da più funzionalità in stile computer, senza tuttavia abbandonare l’aspetto tablet.

apple-ipad-air-2-deal

iPhone 7

Previsto come di consueto per l’inizio del prossimo autunno, iPhone 7 continuerà l’inarrestabile marcia di Apple verso prodotti più sottili, caratterizzato dalla scomparsa del jack audio, sostituito da un’unica porta Lightining universale.

Niente paura, insieme ad esso, la Mela rilascerà un adattatore Lightining/jack audio per non costringervi a buttare tutte le vostre cuffie cablate. Inoltre, l’introduzione di sempre più cuffie Bluetooth sul mercato globale, tra cui la stessa Beats, rende ancora più spianata la strada ad Apple per effettuare questa transizione.

Oltre alla perdita del jack per le cuffie, il nuovo iPhone potrebbe avere un display AMOLED, l’attuale tecnologia adottata su Apple Watch, che potrebbe non solo aumentare la vita della batteria, ma anche offrire colori più simili alla realtà, elemento che Samsung e altri produttori Android hanno già adottato da un po’. Inoltre, iPhone 7 potrebbe diventare impermeabile, il che spiegherebbe bene la scelta di rimuovere il jack audio. Una tecnologia che Apple dovrebbe prendere di ispirazione da Motorola è il suo display infrangibile, che se necessario dovrebbe arrivare persino ad acquisire per segnare un punto di svolta.

6s iphone

Servizio di TV Streaming

Dopo il recente lancio di Apple TV 4 e dell’App Store su di essa, Apple starebbe progettando il suo primo servizio di TV streaming. Anche se l’attuale modello richiede ancora accessi alle reti via cavo per sbloccare la maggior parte dei contenuti delle reti televisive, un servizio di streaming personale potrebbe offrire maggiori contenuti televisivi con un singolo abbonamento mensile. Questo porterebbe la Mela a concorre con i servizi offerti da Amazon, Netflix e molti altri. L’elemento interessante è che non solo i proprietari di Apple TV 4 ne potranno beneficiare, ma anche quelli della precedente generazione.

appletv-cbs-all-access

Beats

La prima grande novità che dovrebbe essere intenzione di Apple è quella di espandere il servizio di musica streaming anche a chi non possiede un abbonamento, creando una sorta di versione gratuita, un po’ come già sta facendo Spotify su tablet e PC. Dall’altra parte il punto interrogativo più grande resta il servizio di Radio Live 24/7 di Beats 1, il quale probabilmente resterà escluso dalla formula free.

Per Beats 1, la Mela ha in serbo una serie di interessanti aggiornamenti, tra cui l’inserimento di nuovi canali live e una nuova rete di spettacoli dal vivo, con un sistema molto simile a quello di Sirius Radio. Se cosi fosse Apple potrebbe aprire il suo servizio di musica streaming al di là della musica stessa, portandola ad un livello superiore.

iphone beats

Apple Pay

square-apple-pay
Mentre Apple continua ad aggiungere nuovi paesi alla lista di Apple Pay, attualmente disponibile negli Stati Uniti, Regno Unito, Australia e Canada, avanzano i lavori per importare la piattaforma di pagamenti mobile in uno dei più grossi mercati mondiali, la Cina. Il servizio dovrebbe approdare quest’anno attraverso una partnership con la banca locale, la China Union Pay, ed è probabile che Apple cercherà di ampliare Apple Pay anche in altri paesi, magari avvicinandosi anche a noi.

Inoltre, tra le altre innovazioni all’orizzonte di Apple Pay vi è un nuovo servizio di pagamento da persona a persona, che in teoria permetterebbe di offrire trasferimenti di denaro tra amici e parenti, in maniera molto simile a PayPal, Google, Square e altri servizi. Via | 9to5Mac