Eliminare le immagini inutili da Whatsapp: guida per liberare la vostra memoria

Spunta in queste ore un’app davvero interessante per tutti coloro che sono soliti scambiare messaggi quotidianamente su Whatsapp. Stiamo parlando di Magic Cleaner, grazie alla quale avrete a disposizione un’interfaccia davvero semplice ed intuitiva, che porterà subito alla vostra attenzione le cosiddette immagini obsolete. Il riferimento è alle foto che ricevete soprattutto nelle chat di gruppo e che spesso vi ritrovate lì, pronte ad intasare la memoria del vostro smartphone.

Magic Cleaner
Magic Cleaner

Dunque, con Magic Cleaner potrete rimuoverle facilmente ed il vostro smartphone Android vi ringrazierà. Occhio poi alla disinformazione che circola in Rete sul web, visto che si parla nella giornata di oggi di nuovi rischi connessi all’utilizzo di Whatsapp che in realtà risalgono a due anni fa ed il fenomeno è fortemente limitato (tra le altre cose) dai passi in avanti fatti dagli sviluppatori per quanto riguarda la crittografia:

Una nuova minaccia sembra essere alle porte per Whatsapp, almeno stando a quanto reso pubblico da Bas Bosschert, che alcuni conosceranno come hacker etico. Lo sviluppatore olandese, infatti, in questi giorni ha voluto mettere in evidenza una grave pecca per la nota applicazione di messaggistica, con cui la privacy dei singoli utenti sarebbe seriamente a rischio.

Tutto pare essere legato alla cronologia delle conversazioni, in virtù del fatto che Whatsapp tende a salvare tali dati all’interno della memoria del device. Non è un caso che le nuovissime app che si stanno affacciando al mondo della messaggistica istantanea abbiano deciso di adottare un approccio differente, con le varie memorizzazioni che vengono automaticamente cancellate dopo un determinato arco temporale. A volte definito dagli utenti stessi, altre volte dalle impostazioni dell’app che non ammettono discussioni.

Come nasce la falla di sicurezza di Whatsapp? Il fatto stesso che le conversazioni vengano archiviate sulla memoria mette determinati dati a rischio, considerando che molte altre app ormai ci chiedono costantemente di accedere ad alcune informazioni presenti nell’archivio interno del nostro smartphone. Cosa comporta una situazione di questo tipo? A detta dello sviluppatore, gli utenti rischiano di veder violata la propria privacy e soprattutto il contenuto delle conversazioni senza esserne consapevoli, a testimonianza del fatto che Whatsapp deve fare ancora importanti passi in avanti sotto questo punto di vista.

Negli Stati Uniti c’è già stata mobilitazione presso l’Authority, con l’esplicita richiesta di bloccare l’acquisizione da parte di Facebook fino a quando non verranno chiariti aspetti come quello di cui vi stiamo parlando oggi. Staremo a vedere come evolverà la faccenda, ma di certo Whatsapp non ci sta guadagnando una pubblicità positiva per la felicità di Telegram“.

Insomma, godetevi Whatsapp senza troppe ansie e magari miglioratene l’esperienza di utilizzo attraverso il download di app integrative come quelle che abbiamo portato oggi alla vostra attenzione. Soprattutto nel caso in cui frequentiate diversi gruppi con grossa mole di immagini trasferite.