Facebook rivoluziona la bacheca: ecco i post che vedrete

Il Social network applica nuove modifiche per rendersi più accattivante

Malgrado i suoi dodici anni di vita e i suoi quasi due miliardi di utenti sparsi per il Mondo, Facebook non vuole certo cullarsi sugli allori. Consapevole che sul web ci vuole poco per passare di moda ed essere dimenticati, in barba alla forza del proprio marchio e, appunto, al numero di utenti che si vanta. Il social network ideato da Mark Zuckenberg ha deciso di cambiare le regole del gioco per quanto riguarda la bacheca. Ecco come visualizzeremo i post pubblicati in base a nuovi criteri.

Facebook
Facebook rivoluziona il News Feed

Facebook cambia il News Feed, ecco come funzionerà

Facebook farà quanto già fatto da Twitter prima e Instagram più di recente. Ossia vuole premiare i post più interessanti facendoli stare più tempo in bacheca, a prescindere dalla data e ora di pubblicazione. I nuovi principi del News Feed Facebook saranno sostanzialmente due: il tempo di lettura (o di visione) e la diversità dei post. In pratica, per ogni post pubblicato sotto forma di link esterno, il Social nato nel 2004 calcola il tempo trascorso a leggerlo (o a visualizzarlo) nel browser o in versione Instant Article, eliminando dal conteggio i secondi impiegati per caricare la pagina. Oltretutto, il tempo di lettura non sarà calcolato in assoluto, per evitare di favorire esclusivamente gli articoli molto lunghi, ma con tutta una serie di parametri. Quanto al secondo criterio, ossia la diversità dei post, il nuovo algoritmo eviterà di mostrare ad un utente troppe notizie che arrivano da una stessa pagina-fonte.

news feed facebook
Facebook premia articoli migliori

Perché cambia bacheca Facebook

Qual è lo scopo di questa novità? Facebook vuole capire quale sia l’interesse generato da un contenuto per premiare gli articoli che determineranno un’attenzione che superi il minuto, rispetto a quelli letti velocemente e chiusi in un battito. Gli articoli che suscitano maggiore interesse, in base al tempo in cui tengono inchiodati gli utenti, resteranno più a lungo tra i primi post che vedrete sulla vostra bacheca. Questa novità susciterà ovviamente l’interesse degli editori stessi, i quali, consapevoli che Facebook sia un’ottima vetrina per i loro articoli, dovranno pubblicare post che siano di maggiore qualità possibile per restare quanto più a galla sulla bacheca degli utenti. Ma come ogni novità lanciata dal Social, anche la nuova bacheca è ovviamente una reazione a qualche problema interno al Social. Secondo NewsWhip – società che traccia le performance degli editori sulle più importanti piattaforme – il numero dei collegamenti ai siti esterni condivisi su Facebook, rispetto a quello di chi usa gli Instant Article, è vistosamente diminuito. Pertanto, Zuckenberg cerca di correre ai ripari con questa novità. Tra qualche mese sapremo se ha pagato.