Facebook Moments: si espande e si apre al web, ecco le principali novità

Facebook Moments, applicazione di photo-sharing della società fondata da Mark Zuckerberg, che ha preso il posto di Photo Syncing alla fine dell’anno scorso,  si sta espandendo oltre i confini del cellulare e della rete mobile. Mentre in precedenza, l’applicazione ha permesso di condividere le foto con alcuni amici di Facebook, la nuova versione permette di condividere un link web per il proprio album privato con chiunque – anche quelli con cui non si è connessi attraverso il social network. Essi possono quindi unire l’album, e procedere per aggiungere le proprie foto.

Questo rende Facebook Moments più utile in occasione di eventi più grandi dove non tutti possono essere collegati su Facebook, come le compleanni di bambini, matrimoni, feste e altro ancora. Per accedere alla nuova funzione, è possibile utilizzare uno dei propri ‘momenti’ esistenti o crearne uno nuovo, quindi fare clic sui tre puntini in basso a destra dello schermo. Qui, vedrete le nuove opzioni di “Condividere Link” che vi dà un URL, che è possibile inviare tramite e-mail, messaggistica, o tramite qualsiasi altro mezzo che preferite.

Questa novità  segue quanto fatto da Google Foto all’inizio di questa primavera, che ha aggiunto miglioramenti per gli album condivisi, in particolare, la possibilità per gli utenti di aggiungere le proprie foto ad un album condiviso che hanno ricevuto da un amico, così come il supporto per commentare. Facebook Moments, nel frattempo, era ancora limitato per la condivisione di foto private tra amici di Facebook, al momento.

L’applicazione Moments aggiornata sta lanciando un’altra nuova caratteristica: il supporto per le foto a piena risoluzione. Questo cambia un po ‘con l’aggiunta di una nuova scheda “Preferiti” in pochi istanti. Quando si aggiunge una foto ai tuoi preferiti facendo clic sulla stella in alto a destra, entro 30 giorni dalla data in cui la foto viene caricata, questa immagine sarà salvata in piena risoluzione. Non c’è limite al numero di foto che si possono inserire a preferiti.

Leggi anche: Facebook ha finalmente fatto la sua mossa contro Twitch di Amazon

facebook moments condivisione foto

Questa dunque sembra una risposta diretta a Google Foto, che ha lanciato con l’archiviazione foto illimitata, la possibilità di scegliere un piano diverso in cui è possibile salvare le foto a risoluzione dal proprio Google Storage. La differenza è che Google Foto richiede di pagare per l’archiviazione aggiuntiva quando si superano15 GB che offre gratuitamente.Facebook, invece, è totalmente gratuito e dunque al momento è più conveniente. Questo sebbene  al momento Facebook Moments non è ancora un’alternativa a un completo servizio di backup foto, ma potrebbe essere una scelta più conveniente rispetto a Google Foto.

Leggi anche: WhatsApp apre alle imprese: messaggi ai clienti via chat. E condivide ora i dati con Facebook