Figuraccia Samsung per il Black Friday: vuole vendere Galaxy Note 3 usato

Il Black Friday si avvicina e tutti i più grandi produttori si stanno preparando: lo sta facendo anche Samsung, che recentemente però ha fatto una figuraccia non da poco. Ci sono offerte “cattive”, ma ci sono anche offerte che non mostrano rispetto per i consumatori. Questo è il caso, come riporta AndroidCentral: Samsung da oggi vuole vendere un Galaxy Note 3 usato a 250 dollari. Avete letto bene: un Galaxy Note 3 nel 2016.

Ok, Galaxy Note 3 era un phablet fi tutto rispetto nel 2013, prima che i telefoni “grossi” diventassero praticamente la norma, e aveva ottime caratteristiche: Snapdragon 800, 3GB di RAM, schermo a 1080p Full HD e ovviamente S Pen. Ma, diamine, era l’ottobre del 2013 il periodo in cui fu rilasciato. 3 anni nel mercato degli smartphone significano praticamente un era geologica, un periodo in cui sono usciti centinaia e centinaia di altri smartphone, oltre che altri Note, di cui uno purtroppo esploso.

Galaxy Note 3

Il problema non sono le caratteristiche un pochino datate ma il supporto che la casa madre ha terminato per Galaxy Note 3: arriva con Android 5.0 Lollipop e non è stato aggiornato dal novembre del 2015 e soprattutto non riceverà futuri aggiornamenti sia per quanto riguarda il sistema operativo e non siamo per nulla sicuri riguardo quelli riguardanti la sicurezza, importantissima per questi dispositivi. Si tratta di un telefono vecchio e nessuno ve lo raccomanderà per 250 dollari.

Per ora pare che questa “offerta” sia rivolta solo agli USA e non sia coinvolta l’Italia (ma vi aggiorneremo se accadrà) ma è chiaro come sia comunque una figura non da poco. A quel prezzo un utente può acquistare un Galaxy A3 o un Huawei P9 Lite, smartphone ancora supportati a livello software. Non sappiamo quanti Galaxy Note 3 saranno venduti da Samsung durante il Black Friday americano, ma pensiamo davvero pochi.

  • Fabio Valentini

    Per quanto datato, un note 3 è di gran lunga preferibile ad un a3, l’hardware ha retto all’urto del tempo ed il pennino è molto comodo. Quanto al prezzo, concordo che è troppo alto per essere usato, ma se fosse un dispositivo nuovo l’offerta non sarebbe male

    • Gian

      Concordo, come si può paragonare un note 3 a un p9 lite o un galaxy A3? Come paragonare una citycar a una station wagon. Il note resta sempre un note e nuovo a quelle cifre lo si vende eccome. Aggiornamenti non me riceve dal 11/2015? Parliamo neppure di 12 mesi fà, quindi come prodotto nuovo è paragonabile agli smarthphone di un anno fà, galaxy A3 2016 e huawei P9 lite escono uno in febbraio e l’altro in maggio differenza non abissale direi mentre a potenza e funzioni non c’è paragone. Il note è il note. Non é paragonabile agli smartphone tanto è che ancora oggi con le sue caratteristiche supera di gran lunga smartphone più recenti, compresi quelli cintati. Il problema è la sicurezza? Samsung aggiorna costantemente knox indipendentemente dallo smartphone e dalla sua vetusta, oltre a questo, il play store è pieno zeppo di app per la sicurezza dei dati. Va bene sparare sulla croce rossa e bersagliare samsung per il note 7 ma a tutto c’è un limite.
      Aggiungo un opinione personale sulla vicenda note 7 nella quale invito a controllare i numeri di prodotti venduti e relazionarli con i pochissimi esemplari che sono andati in fumo. Filtrare le notizie da odience on line e la campagnia negativa cavalcata da apple con Suv fermi nei parcheggi accesi metre il conducente fà la spesa e con note attaccato all’accendi sigari con macchina che esplode in pezzi e tizio che guarda caso filmavo il suv… Otterrete un’azienda che decide di propria iniziativa di ritirare tutti i prodotti in commercio e sostituirli con s7edge e 150$ o restituzione del denaro speso, cosa che (numeri dati dalla stessa samsung) pochissimi hanno scelto. Ora, il mio pensiero è che un’azienda che decide di buttar via un sacco di soldi (considerato il materiale, spedizioni, rientro dei prodotti, sostituzioni delle batterie, rispedizione e infine rientro definitivo, considerate le ore spese da ingenieri & c. per la costruzione e ideazione del prodotto) merita quanto meno rispetto per le scelte fatte. Diciamo anche che se lo stesso problema fosse capitato a Alcatel o Ngm o Xiami non se ne sarebbe neppure parlato.
      Quindi non vedo perchè non si sottolinea quanto di positivo fatto da un’azienda, qualunque essa sia.
      Per apple (azienda americana) con il problema degli iphone 6 che si piegavano è stata fatta una campagnia per dimostare che tutti i dispositivi si piegavano, ma ciò non toglieva certo il problema….

      • Alen

        Il Note 3 che vendono non e nuovo ma usato, uno smartphone usato di 3 anni fa a 250 dollari, ma fammi il piacere….per la faccenda dei Note 7 che esplodono “pochissimi” come dici te, voglio solo dire che se non li ritiravano il numero di telefoni esplosi/fusi sarebbe salito ancora, per non parlare del fatto che ne avevano fatto una versione dove il problema doveva risolversi invece continuavano a saltare in aria. Ok sei un fanboy della Samsung questo si e capito, ma bisogna essere obiettivi e ammettere che ultimamente la Samsung sta prendendo una brutta piega.

        • Gian

          Ma come parli? te? funboy? Ma parla in italiano.
          Visto che probabilmente usi solo la mela morsicata non so perchè parli a vanvera. Per usato si intende rigeneraro e quindi i rigenerati apple vanno bene a 600€ ma se lo fà samsung no? Fammi capire la differenza? Esser obbiettivi è quello che tu non stai facendo giudicando un commento in maniera, a dir poco, maleducata e soprattutto senza aver capito che ho detto la stessa cosa. La forza di un azienda si misura nel rimedio all’errore e qui sono stati ineccepibili. Non è uscita nessuna “nuova versione” ma semplicemente samsung ha sostituito le batterie imputandone a queste la problematica dato che i telefoni che avevano avuto il problema avevano in comune una partita di batterie arrivate nella stessa fornitura. Risultato un solo dispositivo sui milioni restituiti ha avuto un problema di implosione, samsung al che decide di ritirare il prodotto. Io ho dato un parere da azienda quale sono sulla perdita che si ha da un problema di questo tipo e dalla scelta di gestione, sostituzione dei telefoni, spese di spedizioni ecc ecc… e su questo ho basato il mio giudizio personale al quale, per tua informazione, non devi esser per forza d’accordo. Commentare è una cosa far i fenomeni é offender altri utenti mi par cosa diversa. Altra considerazione: degli utenti che avevano acquistato il note il 100% non lo voleva restituire, solo il 3% ha preferito i soldi, la rimanente parte ha preferito lo scambio con s7edge e soldi. Marcia così male che praticamente un’inezia di clienti ha preferito cambiar marchio. Prima di parlare informarsi. Buona serata a TE.
          Ps: Per la cronaca utilizzo huawei P9 plus e iphone 6s. Così eviti altri commenti inutili ma li fai magari costruttivi.

          • Alen

            Io non posso dire fanboy ma tu puoi dire mela morsicata? xD Cmq non ho mai avuto un iPhone, sempre Android. Un telefono rigenerato e sempre un telefono usato, non sara mai come uno nuovo, tralasciando il fatto che sia un telefono datato. Non ho mai detto che gli iPhone rigenerati a 600$ vadano bene, io non li darei manco se fosse nuovo, anzi, non li darei per nessun telefono. Sinceramente il tuo commento mi e sembrato di parte, tipico dei fanboy che difendono senza eccezioni e di conseguenza ti ho risposto. La Samsung ha toppato. Ha toppato col Note 7 facendo uscire uno smartphone troppo presto senza aver fatto i dovuti controlli. Ritirare dal mercato un dispositivo malfunzionante non e rimediare a un errore ma una vero fallimento. E ora ha toppato con questa “offerta” se cosi si puo definire. Non volevo essere offensivo, se l’ho fatto ti chiedo scusa. Buona serata anche a te.

          • Gian

            Che sia un fallimento non vi sono dubbi, ma il modo in cui hanno riparato l’errore, secondo il mio modo di vedere, è stato egregio…
            Ovvio poi che permane il problema dell’assenza sul mercato dei note 7.
            Sui note 3 rigenerati invece faccio una considerazione diversa: i prodotti rigenerati sono equivalenti al nuovo, sono prodotti ai quali posson esserci stati problemi banali come un microfono non funzionante o più gravi come la rottura del comparto schermo, quale che sia il problema viene dato un prodotto ripristinato e collaudato pari al nuovo ma ad un costo scontato. Ad oggi è un mercato in crescita e samsung secondo me fà bene a metterli in commercio anche perchè devi prendere il paragone dell’articolo e tra 1 galaxy A3 ed un note 3 non penso ci sia molto da pensare sulla scelta. A occhi chiusi prendo un note 3 anche rigenerato, tanto anche avesse problemi ha la garanzia.

  • vincenzo francesco

    A questo punto il sottocosto di Unieuro sul Note 3 per Natale 2014 a 199 euro era davvero un’offerta pazzesca.

    • Loris

      Ma in che mondo? Sarà stato 599 semmai. Ahah altro che 199 nel 2014..

      • Stefano

        O probabilmente la versione Neo..no di certo quella standard

      • vincenzo francesco

        Nel mondo delle offerte sottocosto, non in quello dei prezzi di listino. Ahah

  • acca

    Il mio muletto è un Nexus 4 del 2012… va egregiamente…