Fusione Wind H3G Tre Italia: arrivata l’approvazione dell’AGCOM

A seguito della manifestazione di approvazione ricevuta in settimana da parte della Commissione Europea di valutazione, la fusione Wind – H3G passa al vaglio degli organi di competenza del Garante per le Comunicazioni (AGCOM), il quale ha deliberato a favore del’accorpamento societario anche qui in Italia.

Wind e Tre saranno una cosa sola. Così hanno deciso gli organi di competenza in materia di TLC che, a seguito del benestare voluto con il documento in delibera N.426/16/CONS del 24 ottobre 2016, ha definitivamente approvato le condizioni di fusione aziendale, per la quale ne sono state previste le rettifiche in materia di concorrenza di mercato.

Secondo le norme vigenti, infatti, la società così creata non potrà realizzare ricavi per un fatturato superiore al 40% rispetto a quelli totalizzati dall’intero mercato, secondo le stime condotte per mezzo delle commissioni interne all’AGCOM. L’operazione, in tal caso, è stata deliberata a favore della fusione senza pratica istruttoria.wind tre fusione

Con le strada ormai spianata, quindi, la fusione Wind e 3 Italia è ormai decisa. Il tutto, infatti, dovrebbe concludersi entro e non oltre la fine dell’anno in corso, secondo le stime fatte nel periodo.

In tal caso, per la prima volta nella storia delle telecomunicazioni nazionali, si assisterà alla creazione di una grande ed unica società di servizi che renderà disponibile nuovamente le frequenze libere agli operatori francesi di Free, il nuovo operatore che si porterà entro i nostri confini nazionali nel breve periodo.

Qui di seguito troviamo la documentazione ufficiale rilasciata dagli organi di competenza AGCOM.

LEGGI ANCHE: Super offerta passa a Wind: inaspettata sorpresa per All Inclusive Gold