Galaxy Note 5 il successore del Note 4: svelata la data di lancio?

Il vice presidente di Samsung, Rhee ln Jong, avrebbe svelato accidentalmente la data di rilascio del Galaxy Note 5: ecco quando sarà annunciato.

Per i più curiosi oggi potrebbe essere un giorno piuttosto importante per programmare un eventuale acquisto in futuro; sembra infatti che il vice presidente di Samsung, Rhee ln Jong, durante una conferenza dedicata al sistema di pagamento mobile Samsung Pay, pare si sia lasciato scappare qualche indicazione di troppo su quando sarà annunciato il prossimo Galaxy Note 5,ovvero il successore dell’attuale Galaxy Note 4.

Durante la conferenza Rhee ln Jong ha fatto intendere che il sistema di pagamento mobile Samsung Pay debutterà con il lancio del prossimo dispositivo top di gamma della società; il debutto di Pay dovrebbe avvenire come detto dal vice presidente a settembre, e quindi dato che il Galaxy Note 5 è in lista per essere il futuro top di gamma coreano è gioco forza facile abbinare la data del suo debutto ufficiale a settembre 2015.

Guarda caso a settembre di quest’anno ci sarà pure l’importante evento dedicato alla tecnologia e alla telefonia IFA 2015, che inzierà il giorno 4 di quel mese.

Questa notizia forse non prenderà di sorpresa i più attenti, dato che il Galaxy Note 4 e il Galaxy Note Edge furono presentati lo scorso anno allo stesso evento internazionale, e quindi è possibile che Samsung si ripeta pure quest’anno.

Il Galaxy Note 5 è comunque sempre avvolto da un alone di mistero, dato che molti si aspettano un altra interessante rivoluzione hardware da parte di Samsung, come è avvenuto con gli ultimi Galaxy S6 e S6 Edge (chipset proprietario, memoria DDR4, memoria interna UFS 2.0 eccetera).

Galaxy Note 5 i rumors sui componenti hardware

Ci sono infatti discrete possibilità che l’azienda coreana debutterà sul mercato con un nuovo display Super Amoled e risoluzione Ultra HD 4K, curvo su entrambi i bordi (anche se è più probabile che rimanga ancorato all’ottima risoluzione QHD 2560 x 1440 pixel), un chipset ancora più potente dell’attuale Exynos 7420 (si parla del modello migliorato 7422), forse 4GB di memoria ram DDR4 e un comparto multimediale equivalente ai più recenti Galaxy s6 e S6 Edge; infine vi ricordiamo che il Galaxy Note 5 sulla carta non dovrebbe utilizzare la pennina capacitiva S Pen come i suoi predecessori.

  • emandt

    Senza pennino SPen che senso ha chiamarlo ancora “Note”? C’é già la versione 2015 del top gamma chiamato S6, non ha molto senso fare solo un’evoluzione hardware di quest’ultimo chiamandolo però con il nome di un’altra categoria…mah, mi pare strano poi che buttino via 4/5 anni di lavoro sul pennino se l’utenza target del dispositivo é quella business che del pennino ne ha bisogno…

    • Tommaso Lenci

      Per quanto riguarda il pennino sono voci di corridoio però pare provenienti da fonte interne a Samsung; la verità comunque la sapremo tra qualche mese

  • Federico Facchinetti

    Io sto portando alla morte il mio vecchio smartphone aspettando il Note 5 SOLO per il pennino!!!!