Galaxy Note 8 non lo vedremo mai? Samsung sterminerà per sempre l’era dei Note?

I due richiami messi in atto da parte della casa produttrice Samsung con la conseguente interruzione delle vendite del suo nuovo phablet Android Note 7 hanno creato notevoli danni al produttore coreano. Dal punto di vista finanziario, le disavventure del Note di settima generazione hanno portato ad una perdita di ben 5 miliardi di dollari.

Ciò che preoccupa di più, però, è il grosso danno arrecato alla reputazione di Samsung e risollevarsi nel prossimo futuro non le sarà assolutamente semplice. Recentemente online si è anche iniziato a discutere di un possibile Note 8, ma sinceramente parlando l’azienda sud-coreana si sta ancora riprendendo dal disastro Note 7, e gli esperti sostengono che gli utenti possano aver perso tantissima fiducia nella serie Note oramai infangata ed associata ad un prodotto difettoso e a rischio esplosione.

La serie Galaxy Note resterà solo un ricordo?

Sarà anche indiscutibile la parola degli analisti, ma c’é da dire però che i numeri parlano chiaro, sia per quanto riguarda i riscontri e sondaggi reali nei confronti degli amanti e fedeli alla serie Note da più generazioni. Sia perché ad oggi gli utenti che non hanno restituito il loro amato phablet superano di gran lunga quelli che lo hanno, a malincuore, dovuto restituire.

note 7Prima di tutto ricordiamoci che Battery Gate a parte, erano previste per il caro Note vendite alle stelle, con una previsione record di ben 15 milioni di unità nel 2016. Ad oggi non vorrei sia facile dimenticarsi tutti, purtroppo (o per sfortuna) sappiamo bene come è andata a finire. Baystreet Research ci fa notare inoltre che il debutto del phablet è stato favorevolmente accolto dal mercato con un 25% in più di unità rispetto al Note 5, tutto questo prima che ‘scoppiasse’ il problema delle batterie.

Ebbene, in prima battuta al fenomeno di sostituzione, Samsung stessa dichiarava che all’incirca una totalità del 90% dei clienti ha scelto di aspettare un nuovo Galaxy Note 7, ed il numero delle unità vendute negli Stati Uniti ed in Corea del Sud sono state rimpiazzate per oltre il 60%. A tutti gli effetti non era ancora proprio da sepellire.

LEGGI ANCHE: Galaxy Note 7, più di un milione di persone lo utilizza ancora

galaxy noteAi giorni nostri, però una società di analisi coreana ha rilevato che la percezione negativa del marchio Note è passata dal 34% di agosto al 53% di ottobre, mentre quella positiva è diminuita dal 62% al 42%. Speriamo quindi non sia solo per questo motivo ‘mediatico’ e d’immagine che Samsung starebbe seriamente pensando di sterminare l’era dei Note, mandandola clamorosamente in pensione.

Per il momento, stando ad un recente rapporto divulgato da The Korea Herald, Samsung nell’imminenza starebbe seriamente pensando di non insabbiare il disastro in tutto e per tutto con un nuovo Note 8 (come molti potrebbero immaginare), ma starebbe concentrando le attenzioni per il 2017 solo ed esclusivamente su un top di gamma che, quasi sicuramente, sarà l’attesissimo Galaxy S8. Il produttore coreano vorrebbe raggruppare tutti i suoi sforzi su un solo prodigioso prodotto in modo da commercializzare un qualcosa di unico, perfetto, un dispositivo pronto a risollevare in gran classe, le sorti della compagnia.

LEGGI ANCHE: Galaxy S8, tra le nuove funzioni anche IRIS Scan ed una nuova Dual-Cam

Tuttavia, bisogna sottolineare che Samsung attualmente non ha ancora chiarito ne ufficializzato cosa vuole fare realmente con la sua gamma Galaxy Note, ma dagli indizi che abbiamo e dal quotidiano riscontro dei ‘Note Lovers’, siamo pronti a scommettere se sarà vero che per qualche anno di  Note sul mercato non ne vedremo. Cosa ne pensate?

Resta aggiornato. Seguici all’interno dei nostri canali ufficiali dedicati con news, approfondimenti e recensioni sugli ultimi prodotti e sulle notizie più interessanti del mondo Hi-Tech. Stay Focus, Stay Tech!