Galaxy S6 Edge o iPhone 6 Plus chi è il più costoso da produrre?

Samsung Galaxy S6 Edge o Apple iPhone 6 Plus, secondo voi chi dei due è lo smartphone più costoso da produrre? Ecco quello che la ricerca sviluppata dalla società IHS ci ha svelato.

Due smartphone/phablet top di gamma a confronto: chi tra Samsung Galaxy S6 Edge e Apple iPhone 6 Plus costa di più? Non stiamo parlando dei loro prezzi di listino al consumatore, ma quanto costa per le due società costruire/assemblare tutte le componenti al loro posto e rendere il dispositivo perfettamente funzionante.

Entrambi possono essere considerati i device mobili più cari acquistabili dalla clientela di tutto il mondo, con prezzi che superano anche i 1000 euro per le versioni con il quantitativo maggiore di memoria interna, ovvero 128GB; se noi paghiamo oltre 1000 euro per queste versioni, quanto spendono invece Samsung e Apple? La questione è stata svelata (con le dovute approssimazioni) dalla ricerca effettuata dalla società IHS.

Secondo IHS il Samsung Galaxy S6 Edge da 64GB attualmente è il device mobile più costoso da produrre al mondo con un prezzo dei vari componenti e assemblaggio (sono esclusi tutti i costi di marketing, commerciali, amministrativi eccetera) che si assesta sui 290 dollari americani; Apple per produrre il suo iPhone 6 Plus da 128GB spende invece circa 263 dollari, ovvero circa il 10% in meno; da questo punto di vista quindi l’azienda di Cupertino ha un margine di guadagno superiore rispetto a quella coreana, che potrebbe ulteriormente aumentare se consideriamo il modello da 128GB del Galaxy S6 Edge.

Galaxy S6 Edge da 64GB costa circa 34 dollari in più rispetto al Samsung Galaxy S5 lo smartphone top di gamma dell’anno precedente, ma ovviamente i prezzi di listino al momento del loro lancio sono differenti e quindi l’azienda Coreana ha coperto i maggiori costi.

Qual’è il componente che fa lievitare maggiormente il costo di produzione del Samsung Galaxy S6 Edge? Forse alcuni di voi l’hanno già capito, si tratta ovviamente del display curvo ai bordi (Edge) con risoluzione QHD 2560 x 1440 pixel che ha un costo di produzione pari a ben 85 dollari americani (con questi soldi si può comprare uno smartphone completo se ci fate caso); il display da solo determina quindi il 29% del costo totale per produrre un esemplare funzionante di Galaxy S6 Edge.

L’altro componente che influisce abbastanza sui costi di produzione è il chipset Octa-Core Exynos 7420, progettato e sviluppato dalla stessa Samsung, che costa circa 29,50 dollari al pezzo; influiscono anche sull’economicità del prodotto la nuova memoria DDR4 che ha un costo di circa 27 dollari americani e la nuova memoria interna con tecnologia UFS 2.0 da 64GB che viene a costare invece più o meno 25 dollari.

Questi ultimi 2 componenti sono sicuramente più costosi rispetto alla normale memoria DDR3 utilizzata sull’iPhone 6 Plus e sulla memoria interna EMMC più lenta rispetto alla tecnologia innovativa UFS 2.0, che attualmente è utilizzata solo da Samsung.

Samsung Galaxy S6 Edge quindi ha un prezzo più elevato rispetto alla versione Flat Galaxy S6 sostanzialmente per il display Edge che ha costi di produzione decisamente più elevati rispetto ad un comune display; pur costando di più la versione S6 Edge pare però che stia riscuotendo un successo di vendite non indifferente, tanto che Samsung pare abbia problemi a soddisfare la domanda da parte dei consumatori, dato che le scorte iniziali sono state troppo sottostimate rispetto alla richiesta attuale.

Fonte: Notizia ripresa, fonte ufficiale ricerca