Galaxy S7: come abilitare l’Adoptable Storage [Guida]

Adoptable Storage è una funzione che Samsung ha volutamente estromesso dai suoi terminali in vista dell’arrivo del nuovo Android 6.0 Marshmallow. Senza alcun’ombra di dubbio una funzione che, specie per le caratteristiche proprie dei device, rivestirebbe un ruolo di primaria importanza. Ma vediamo come abilitare Adoptable Storage Galaxy S7 Flat e Galaxy S7 Edge in poche semplici mosse.

Galaxy S7, abilitare l’Adoptable Storage su Android 6

Galaxy S7 ha introdotto una serie innovativa di caratteristiche esclusive che hanno provveduto ad accrescere l’interesse dei consumatori e la fama del brand. La possibilità di interagire su tutt’altri livelli rispetto al passato e di procedere ad un utilizzo più vasto dei dispositivi mobili, conduce gli utenti a fare totale affidamento sul proprio telefono che, come accade sempre più di frequente, sostituisce in contemporanea fotocamera, videocamera e sistemi desktop per ufficio ed intrattenimento, grazie anche al supporto dedicato al mondo della realtà virtuale, ad uso esclusivo dei device mobili. La conseguenza diretta è chiaramente interpretabile nel fatto di avere la necessità di possedere un device con una quantità di memoria adeguata alle nostre specifiche esigenze.Galaxy s7 edge adoptable storage

Come noto, sia per i mercati d’oltreoceano che per quelli europei, le uniche varianti possibili dei dispositivi sono state stabilite nei tagli di memoria da 32GB che, specie per registrazioni video in 4K e contenuti VR 3D, sono spesso insufficienti col passare del tempo.

Fortunatamente, la decisione di Samsung di reintrodurre il tanto amato supporto esterno per le memorie microSD fino a 200GB, risolve almeno in parte la questione nonostante la discutibile decisione di inibire a priori l’accesso alla funzione Adoptable Storage.

Adoptable Storage è la funzione che consente, sotto le direttive di Android 6.0 e successive versioni, di assorbire la memoria esterna o parte di essa unificandola alla partizione interna del sistema. Così facendo, il Galaxy S7 sarà in grado di gestire il suo spazio di memoria in un unico blocco con accesso alla microSD quando richiesto (si consiglia di utilizzare schede in standard UHS). Abilitare la funzione non necessita di permessi o privilegi da superutente (root), ma si fa affidamento ad un PC con ADB. Ecco la procedura completa:

  • Backup preventivo microSD – Nel corso dell’operazione verrà, infatti, operata una formattazione dei dati memorizzati
  • Partizionamento scheda – Puoi scegliere se partizionare la tua microSD o riservarla alla funzione
  • Comando ADB – Accedi alla shell dei comandi del tuo PC (prompt) e collega il tuo device attraverso la porta USB assicurandoti di avere abilitato le Opzioni di Debug USB da Impostazioni > Opzioni Sviluppatore (tappa 7 volte su Numero Build per abilitare il menu) e gli ultimi driver di dispositivo installati a bordo del tuo sistema, dopodiché digita il comando: adb shell
  • Prendi nota dell’ID – Arrivati a questo punto, sempre dal prompt dei comandi, digita sm list-disks ed annota l’identificativo (in questo caso, disk:179:160)
  • Partiziona il disco – Adesso che l’identificazione del disco è avvenuta correttamente potrai eseguire il comando di sezionamento che ti permetterà di riservare totalmente o in parte la tua memoria esterna al sistema per la funzione Adoptable Storage. Digita quindi sm partition disk:179:160 private (avendo cura di sostiruire il tuo ID a quello dell’esempio proposto) se vuoi riservare l’intera memoria al tuo Galaxy S7 oppure scegli di dimensionare diversamente. Ad esempio per suddividere in parti uguali lo spazio puoi digitare sm partition disk:179:160 mixed 50. Dove mixed indica la modalità con cui viene gestito il partizionamento e 50 la percentuale di adozione dello spazio sul totale. Puoi variare a tuo piacimento quest’ultimo parametro.

Fatto! O quasi. Infatti, a seconda della dimensione e del contenuto della scheda di memoria, potrebbe occorrere molto tempo prima di poter vedere attiva la funzione ed il nuovo quantitativo di memoria a seguito del format e del resize. Ecco qui di seguito alcuni screen che mostrano il risultato prima e dopo la procedura.

Com’è possibile vedere dagli esempi sopra proposti, la dimensione della memoria è cambiata in positivo (vi è un errore sull’indicazione Internal Storage nella seconda immagine, non preoccupatevene). Tutte le nuove applicazioni ed i relativi dati troveranno automaticamente posto nella porzione di memoria libera a dimensione maggiore, anche se sarà possibile spostare in piena autonomia un’app dall’uno all’altro supporto.

E tu hai già provato ad abilitare l’Adoptable Storage Galaxy S7 seguendo la nostra guida? Se ti siamo stati utili non esitare nel rilasciare le tue impressioni sulla nuova funzione ed invita i tuoi amici a visionare e condividere il post sui social network.