Samsung Gear 360: tutto quello che può fare step-by-step

Samsung Gear 360 è stata presentata in concomitanza dell’uscita dei due nuovi terminali di punta del settore smartphone Galaxy S7, presso il palcoscenico di Barcellona in occasione del Mobile World Congress 2016 conclusosi lo scorso 25 Febbraio 2016. Da allora si è fatto un gran parlare della nuova fotocamera e dei potenziali ambiti di utilizzo cui destinarla. Si tratta di un prodotto in grado di garantire riprese ad angolo giro consentendo riprese davvero spettacolari da ogni angolazione. Samsung Electronics ha voluto rilasciare in queste ora un tutorial video guidato da utilizzarsi per capire il funzionamento del dispositivo. Vediamolo insieme.

Samsung Gear 360, una videocamera a tutto tondo

Samsung Gear 360 sfrutta una nuova tecnologia che permette di effettuare riprese a 360° servendosi di hardware adeguato. In particolar modo si può contare su una componentistica intelligente formata da un modulo sensore da 15 Megapixel con doppio canale di ripresa in modalità fish-eye ognuno tarato su 180° di angolo di visuale. Questi due obiettivi sommano le sorgenti creando una ripresa con angolazione totale a 360°.

Visto che non sembra poi così immediato installare e configurare il nuovo Gear 360, Samsung ha ben pensato di realizzare un video tutorial che aiuti a capire meglio con cosa si sta avendo a che fare. Nel particolare, vengono fornite informazioni circa il collegamento del nuovo sistema hardware ad uno dei dispositivi smart Samsung Galaxy utilizzando la relativa applicazione, che troviamo nel Galaxy Apps Store per i dispositivi compatibili con tale tecnologia.Samsung Gear 360

Una volta effettuato il collegamento dei due sistemi, saremo in grado di effettuare scatti fissi a 360° come anche video continui ed in time-lapse/loop sfruttando il tasto fisico di attivazione dedicato. Possibile anche lo scatto e la ripresa grandangolare attraverso l’uso di uno dei due sensori per un totale di 180° di scatto o ripresa video.
I video o le immagini così realizzati possono poi essere immagazzinati a bordo del nostro telefono o spostati su una postazione desktop per una modifica fine dei dettagli e degli effetti da applicare tramite apposito software di grafica professionale.

Sempre a tale scopo sarà quindi possibile condividere i nostri video Gear 360 con tutti gli amici di Facebook ed in generale dei principali social media a nostra disposizione attraverso il nostro smartphone. Un video che mette in luce una procedura abbastanza semplice ma che può tornare sempre utile per capire i meccanismi di gestione e le potenzialità del nuovo sistema hardware. Di seguito vi lasciamo il video tutorial Gear 360. Buona visione.

Non dimenticate di farci sapere che cosa ne pensate del nuovo sistema di ripresa sudcoreano e come pensate di utilizzarlo. Condividete pure tutte le vostre impressioni con la comunità. Fonte: SamMobile