I giochi Windows 10 supporteranno presto G-Sync e FreeSync

Se c’è una cosa in Microsoft sta fallendo in modo abbastanza visibile è nella gestione dei giochi pubblicati sul proprio Store del nuovo sistema operativo Windows 10.

I problemi riguardano anzitutto la mancata ottimizzazione dei giochi ed una politica degli aggiornamenti e di gestione dei download che lascia molto a desiderare, ma vista la poca maturità sono problematiche che, se gestite e risolte, si potranno perdonare al colosso di Redmond.

A tal proposito sembra che il feedback degli utenti sia stato ascoltato ed infatti Microsoft ha da poche ore annunciato che i giochi per Windows 10 riceveranno a breve il supporto alle tecnologie FreeSync di AMD e G-Sync di NVIDIA, atte ad eliminare (nei dispostivi supportato) il fastidioso “tearing”, ovvero quell’artefatto grafico che “taglia” l’immagina in uno o più punti a causa di una mancata sincronia tra il numero di fotogrammi elaborati dalla GPU ed il refresh rate del display. Entrambe queste soluzioni aiuteranno anche le configurazioni meno potenti ad essere libere del giogo prestazionale del V-Sync che fino ad ora serviva per eliminare il tearing di cui sopra.

G-Sync vs FreeSync

A beneficiare di questo aggiornamento saranno il recente Gears of War: Ultimate Edition e Forza Motorsport 6: Apex. Inoltre Microsoft ha deciso che sarà possibile sbloccare il limite del frame-rate generalmente bloccato a 60 fps; se quindi possedete schede grafiche di fascia alta o altissima come la GTX 980Ti potrete raggiungere i tanto agognati 120 o 144 frame-per-second.

Finalmente si stanno muovendo i primi passi per rendere piacevole l’uso e l’acquisto di giochi dallo Store di Windows 10 che altrimenti si sta limitando ad essere una pallidissima copia del colosso di Valve, Steam. Non possiamo quindi che essere contenti di questa notizia e vogliamo sapere cosa ne pensate voi, magari con un commento qui sotto.