Google Drive: vi regala ulteriori 2GB a vita sul cloud storage con due semplici passi

L’utilizzo dei cloud storage come Google Drive, sia in ambito smartphone che tramite anche tablet e computer, sta rappresentando un trend sempre più centrale nelle abitudini quotidiane e digitali anche degli utenti più comuni imponendo così la ricerca di soluzioni per estendere la portata dello spazio a disposizione.

Proprio Google, in occasione del Safer Internet Day odierno, ha deciso di lanciare un’interessante iniziativa per incrementare l’utilizzo di Google Drive tra i mezzi di storage a vostra disposizione regalandovi uno spazio aggiuntivo – e soprattutto con cadenza a vita – pari a 2GB a patto di eseguire alcuni semplici controlli sullo stato di sicurezza del vostro account.

Controllo di sicurezza: proteggere il vostro account Gmail ed i dati presenti su Google Drive in pochi passi.

Google Drive vi regala 2GB extra a vita.
Google Drive vi regala 2GB extra a vita.

Nonostante l’utilizzo di account Gmail sia sempre più diffuso, non solo grazie agli smartphone Android, in pochi conoscono oppure sfruttano a pieno i meccanismi di sicurezza e verifica degli accessi messi a disposizione dal colosso californiano evitando il tal modo accessi indesiderati da parte di terzi.

L’iniziativa proposta odiernamente vi consente di effettuare un rapido check di controllo dei meccanismi di sicurezza per l’accesso ai vostri dati – capace d’impiegare al massimo un paio di minuti del vostro tempo – offrendovi con un solo passaggio una miglior protezione e 2GB di spazio cloud aggiuntivi.

Come ottenere 2GB gratis su Google Drive: i passaggi da compiere

Controllo sicurezza account Gmail.
Controllo sicurezza account Gmail.

Il primo passo da eseguire è quello di collegarsi alla pagina ufficiale Google relativa il controllo di sicurezza account eseguendo il Login, relativamente l’email Google Drive alla quale volete associare il bonus storage, trovandovi così in una pagina riepilogativa dei parametri di sicurezza con schede a comparsa divise nel seguente modo:

  • Controlla le informazioni di ripristino: numero, email recupero, domanda di sicurezza

In tale campo dovrete verificare e confermare il numero di cellulare associato all’account Gmail, l’eventuale email di recupero password (consigliata se disponete solo di un altro account anch esso dotato di sistema di verifica in due passaggi) ed infine la scelta della domanda di sicurezza con relativa risposta.

  • Controlla i dispositivi connessi

In questa sezione potrete verificare tutti i dispositivi connessi sul vostro Gmail e Google Drive conoscendone la geo-localizzazione, data ed orario d’ultimo accesso, la tipologia e modello tra smartphone, computer o tablet e persino il sistema operativo segnalando – ove presenti – eventuali attività sospette.

  • Controlla le autorizzazioni relative all’account

L’accesso alle applicazioni, con i mezzi di registrazione veloce tramite social network, permette ai servizi di ottenere informazioni e dati sia da Facebook che soprattutto da Google+: col seguente meccanismo potrete verificare tutti i servizi connessi disabilitando le autorizzazioni con un semplice clic.

  • Controlla verifica in due passaggi

Lo step più importante riguarda sicuramente la verifica in due passaggi che, come noto, vi permette di bloccare accessi indesiderati dovendo inserire, oltre alla password, un codice specifico ricevuto o via SMS oppure tramite l’app smartphone di Google Authenticator.

In questo passaggio potrete verificare, confermare o persino cambiare, il metodo primario controllando anche lo status dei Codici di Backup d’emergenza – da stampare – a disposizione di qualsiasi utente entro un numero massimo di 10.

Verifica del bonus Google Drive

Verifica cloud storage Google Drive.
Verifica cloud storage Google Drive.

Completati questi passaggi avrete sicuramente ottenuto il bonus Google Drive, non vi resta quindi che verificarne lo stato recandovi alla pagina impostazioni storage Google Drive ponendo il cursore per pochi secondi sul diagramma circolare, visualizzando nella finestra a comparsa l’opzione “Bonus per il controllo di sicurezza del 2016”.