Google Pixel e Pixel XL: primi problemi con il microfono

Google Pixel e Google Pixel XL sono stati immessi sul mercato consumer da poco più di un giorno e già popolano le pagine di forum e blog online attraverso alcune segnalazioni che vogliono una cattiva gestione del microfono. In merito alla questione, il colosso americano di Mountain View deve ancora dire la propria, ma sono in molti a dirsi insoddisfatti di questi problemi al day-one.

A seguito di quelli che sono stati dei risultati piuttosto fruttuosi ed inaspettati sul fronte della resistenza meccanica del terminale agli stress test, si registrano ora alcuni malcontenti tra gli utenti che per primi hanno potuto beneficiare dell’hands-on con il terminale Google.

In determinate e ben specifiche situazioni, infatti, pare che il microfono Google Pixel si comporti in maniera del tutto inaspettata, portando in evidenza un problema di utilizzo non ancora meglio identificato. Il bug, di fatto, potrebbe essere lato software e perciò facilmente risolvibile tramite opportuna patch correttiva sul terminale. Decisamente più seria, invece, l’altra faccia della medaglia, ovvero un problema hardware che potrebbe accomunare Google a Samsung per il suo Note 7 ed i vari richiami.Google Pixel

Ad ogni modo, secondo le fonti, pare che qualcuno si sia prodigato alla ricerca di una soluzione temporanea che si ottiene abilitando e disabilitando l’altoparlante per il vivavoce. Di certo non una soluzione definitiva, ma un potenziale indizio di un problema gestibile sul piano software e che non implichi sostituzioni e rivisitazioni all’hardware.

Un utente appartenente al noto portale di Reddit ha dichiarato di aver ricevuto una unità in sostituzione del suo primo Google Pixel Phone a seguito di un invano intervento da parte del personale tecnico che non è riuscito a risolvere la questione nemmeno a seguito di un hard reset del terminale. Secondo la dichiarazione dell’interessato, infatti, la moglie non riusciva a recepire la sua voce all’altro capo del telefono. La stessa situazione – riferisce l’uomo – che si verificava attraverso software di registrazione audio di terze parti, verso cui non veniva generato alcun output audio ma, piuttosto, una sorta di “martellante rumore fondo”.

Al riguardo, non resta quindi che attendere ulteriori ragguagli da parte di Google al fine di interpretare la questione e capire se il problema possa risiedere in una cattiva gestione software del sistema o, nella peggiore delle ipotesi, ad un hardware inadeguato. Episodio isolato e problema diffuso? Lo scopriremo presto.

LEGGI ANCHE: Google Pixel: aggiornamenti garantiti, ma solo per due anni