Google Web TV: trattative aperte con CBS Television ed altre emittenti

Secondo alcune fonti rinvenute all’interno del sito di ReutersGoogle ha appena raggiunto un accordo con l’emittente televisiva CBS Corporation per portare i servizi offerte dalla propria rete all’interno della piattaforma Web TV della società, in affiancamento anche alle altre trattative previste nei confronti di 21st Century Fox, Walt Disney Co. e Viacom Inc. per portare i loro canali all’interno del platform di BigG.

Il servizio, che sarà integrato all’interno delle piattaforme proprietarie di Google Youtube, prevederà l’inclusione dei contenuti provenienti dall’emittente nel primo trimestre del nuovo anno. Tra questi nuovi contenuti saranno previsti incontri in tempo reale per il circuito NFL.

L’offerta Google, nota anche con la denominazione skinny bundle (letteralmente tradotto in: “pacchetto magro”) prevederà un minor numero di canali rispetto ad un classico abbonamento via cavo ed avrà un costo stimato di circa $30 – $40 al mese, secondo quanto riferito dalla fonte. Non è al momento chiaro se i network di Fox e Viacom faranno parte del pacchetto.Google TV

Le fonti che si sono fatte carico di distribuire le informazioni a proposito dei nuovi servizi Google hanno deciso di mantenere l’anonimato, visto e considerato che le trattative sono al momento di carattere puramente confidenziali. Pertanto, un portavoce Youtube si è rifiutato di commentare in proposito.

Un rappresentate Disney, allo stesso modo, si è reso indisponibile e chiaro è stato il NO COMMENT degli esponenti delle società CBS, Viacom e Fox. Ad ogni modo è chiara l’intenzione di Googledi porsi all’interno del mercato video dei contenuti nei confronti di tutti coloro che non desiderano attuare un abbonamento via cavo per i loro contenuti. Il sussistere di skinny bundle pachages, inoltre, garantirà un esborso minore rispetto al bundle di centinaia e centinaia di canali propinato dalle “multinazionali del cavo”.

Google ha parlato di aziende media sulla sua web tv per anni, ma i suoi piani sono stati resi noti solo nel corso degli ultimi mesi. Anche Apple Inc. aveva cercato di portarsi ad un servizio simile ma, per il momento, ha deciso di accantonare i piani.