Come guardare tutti i canali Sky e Mediaset Premium €10 al mese

Ti piacerebbe guardare tutta la programmazione Sky e Mediaset Premium a soli €10 al mese tutto compreso direttamente sul tuo PC, TV o tablet? Allora, continua a leggere.

Lista TV Sky a €10 al mese

Dopo aver parlato dell’App SkyGo Android, grazie alla quale è possibile vedere tutta la programmazione ufficiale su Android, torniamo a parlare oggi della nota piattaforma streaming scoprendo come vedere tutto a soli €10 al mese.

Un tempo esistevano dei complessi meccanismi studiati ad hoc per la creazione di smartcard contraffatte che concedevano l’utilizzo esclusivo delle piattaforme in pay-per-view sui canali premium di Sky e Mediaset senza spendere un centesimo per gli abbonamenti.

La moderna evoluzione del mondo dei pirati informatici ha semplificato di molto le cose ed oggi è possibile ottenere l’accesso ai canali a pagamento di Sky e Mediaset Premium attraverso dei software e delle liste TV ben specifiche. Ma cosa sono le liste?

sky lista codici iptv

Una lista è un file locale contenente l’accesso diretto alle risorse di rete contenenti i canali da riprodurre poi attraverso comuni player multimediali per PC, TV o tablet come VLC o il più avanzato Kodi.

Tale file generalmente ha estensione m3u8 e permette di creare una lista personalizzata dei canali fruibili sino a risoluzioni Full HD. Coloro che detengono i diritti tentano continuamente di porre un freno a questa serrata corsa alla pirateria ma, nonostante questo, la rete accoglie sempre un cospicuo numero di seguaci. Vediamo come funziona.

Lista TV, funzionamento del server

I meccanismi che stanno dietro al funzionamento lato server sono decisamente complessi e non verranno trattati esaustivamente. Da questo punto di vista sappiamo solo che, coloro che offrono il servizio, acquistano un determinato numero di decoder Linux personalizzati, tanti quanti sono i canali da mandare in onda 24 ore su 24.

In pratica,  avremo un decoder per Sky Sport 1, un decoder per Sky Sport 2 e così via per tutti gli altri canali disponibili.

Ogni decoder così configurato, invia poi il segnale ad un server comune all’interno della stessa rete clonando il segnale televisivo trasmesso. Il server accoglie le richieste e le trasmette attraverso il network che si interfaccia a centinaia di utenti in tutto il mondo. La lista viene creata nel file m3u8, che ogni utente può liberamente personalizzare grazie al sistema pirata.

lista Sky 2016

Un sistema che sfrutta generalmente una larghezza di banda a 100 Megabit derivata da una connessione a fibra ottica ultraveloce. Tutto questo è possibile solo grazie all’ausilio dei decoder Linux in grado di gestire la clonazione di segnale, cosa altrimenti impossibile con decoder ed apparecchiature ufficiali.

I proprietari delle relative piattaforme non sono quindi in grado di ostacolare il flusso di dati in transito attraverso il server visto che risulta un regolare abbonamento collegato ad un utente reale.

L’unico modo di impedire il diffondersi di tali sistemi consiste nell’adottare una cifratura HDCP aggiornata che consenta di crittare il flusso video proveniente dal server e, a livello hardware, dal decoder.

Lista TV, funzionamento del client

I client, ipoteticamente parlando, siamo noi. Il funzionamento del server effettivamente non è compito dell’utente, che si limita unicamente a creare la propria lista TV. Generare una lista è un gioco da ragazzi. Vi basta versare un corrispettivo di €10 per avere una lista m3u8 completa e funzionale.

Questa avrà un ID ed il vostro nickname utile per l’accesso esclusivo. Tale lista poi potrà essere utilizzata attraverso software gratuiti come VLC Player, Kodi o qualsiasi altro player in grado di gestire il flusso dati dalla rete.

Apri la playlist, scegli il canale da riprodurre ed il gioco è fatto.

Sky playlist

La qualità delle trasmissioni è assolutamente fedele ad un normale collegamento satellitare con flusso audio-video in Full HD (1920x1080p) su canali Sky calcio, film, serie TV, cartoni animati e molto altro ancora. Il tutto ad appena una frazione del costo originale del pacchetto completo.

Lista TV, si può condividere?

Nel caso in cui si decidesse di condividere una playlist ci sono due aspetti da considerare. Come prima cosa dobbiamo sapere che il server gestisce, per ogni playlist personalizzata, un solo indirizzo IP alla volta il che esclude tutti gli altri che seguono. In pratica se scegliamo di condividere la nostra lista, potremmo non riuscire ad utilizzarla se già in uso dall’utente a cui è stata ceduta per condivisione. L’altro aspetto riguarda la personalizzazione della lista che potrebbe subire variazioni notevoli se in mano a uno o più utenti esterni.

Consideriamo poi i costi per i decoder ed i server messi a disposizione dai creatori della piattaforma e traiamo le relative conclusioni.

Consideriamo il fatto di poter avere a disposizione parte dei servizi attraverso Sky Online (sempre a €10) e tutti i pacchetti per circa €50. A questo punto dovete chiedervi se conviene rischiare gettandosi a capofitto nella pirateria. Se l’articolo ti è piaciuto condividilo sui social.