Guardate cosa sa fare Facebook M

Si chiama Facebook M ed è l’assistente virtuale secondo Facebook. Niente comandi vocali, solo una chat Messenger con cui dialogare per richiedere informazioni o svolgere compiti complessi, ricevendo risposte coerenti anche a domande mal formulate.

Il settore degli assistenti personali è in continua e frenetica evoluzione. Tra le molteplici opzioni offerte dalle aziende, ad oggi non vi è ancora un assistente in grado di superare gli altri su tutta la linea. Basti pensare a Google Now, Siri e Cortana, offerti rispettivamente da Google, Apple e Microsoft. Sono tutti assistenti più che validi nel loro ambiente nativo, ma non tutti possono essere utilizzati su tutti i tipi di piattaforme. Inoltre, nessuno è in grado di eseguire tutte le operazioni che è possibile effettuare con gli altri.

facebook m

Qui interviene Facebook con il suo M, un assistente virtuale al quale si può accedere tramite una chat Facebook, e quindi da qualsiasi dispositivo. Il riconoscimento vocale viene sacrificato a favore di un’interazione più completa e complessa. Tramite chat sarà infatti possibile richiedere informazioni di vario tipo, ma anche effettuare prenotazioni ed acquisti.

Lo sviluppo di Facebook M sembrerebbe quasi volto al termine. Online si sono rapidamente diffusi gli screenshot di una conversazione in cui vengono effettuate richieste di vario tipo. Dalla semplice visualizzazione dei ristoranti in zona e le relative recensioni, fino all’acquisto di un biglietto aereo, Facebook M sembra cavarsela molto bene.

Com’è facile notare, la conversazione è (ovviamente) in lingua inglese. Non è noto se e quando Facebook M debutterà anche in Italia, ma la complessità dell’interazione e le risposte molto “umane” che vengono fornite, fanno pensare a tempi piuttosto lunghi.