, ,

Hawking avverte Trump: ‘Non sottovalutare riscaldamento globale’. E intanto si registrano temperature record

Lo studioso britannico attacca Trump per le sue politiche circa il riscaldamento globale. Febbraio 2017 è stato il più caldo da 140 anni, secondo il NOAA, grande preoccupazione per la temperatura degli oceani.

Donald Trump e il suo team hanno fatto discutere per l’atteggiamento tenuto in merito al riscaldamento globale. Gran parte della comunità scientifica si dice molto preoccupata e dal coro spicca Stephen Hawking. Il famosissimo fisico e cosmologo britannico invita il neopresidente a stelle e strisce a non prendere la situazione sotto gamba.

Hawking, nel corso di un’intervista rilasciata a Good Morning Britain, ha suonato l’allarme. “Il cambiamento climatico è uno dei grandi pericoli che siamo chiamati ad affrontare e possiamo fare qualcosa per prevenire gli effetti dannosi”. Un vero e proprio braccio di ferro, scopriamo insieme le ultime notizie riguardanti il riscaldamento globale.

Hawking contro Trump ‘Riscaldamento globale è un pericolo’

Hawking ha suggerito a Trump di rimuovere Scott Pruit dal timone dell’Agenzia dell’ambiente, la sua nomina è infatti stata accompagnata da vibranti proteste. Lo studioso britannico non le manda a dire al presidente, criticandolo anche per le politiche in materia di immigrazione. “Vorrei tornare negli Usa e parlare con altri scienziati, ma credo che non sarei il benvenuto”.

Stephen Hawking Donald trump riscaldamento globale

La preoccupazione per il riscaldamento globale sembrerebbe trovare riscontro nel report del NOAA (National Oceanic and Atmospheric Administration). A quanto pare, il febbraio che ci siamo da poco lasciati alle spalle sarebbe il più caldo da circa 140 anni. Per trovare un febbraio con temperature più elevate è infatti necessario tornare al 1880.

LEGGI ANCHE Riscaldamento globale: alcuni animali potrebbero rimpicciolirsi

Studi individuali e condotti dal NOAA descrivono questo come l’inverno più caldo della storia. 53.8 gradi Farhenheit di temperatura media, intorno ai 12 gradi convertendo in gradi Celsius. Il satellite NOAA durante il mese di febbraio ha riscontrato una temperatura terrestre superiore alla media, circa 1,76 gradi Fahrenheit.

LEGGI ANCHE Trump rimuove la pagina web dedicata al riscaldamento globale dal sito dell’EPA

Stando a quanto riporta The Weather Central, la superficie terrestre ha fatto registrare temperature di 3.2 gradi Farhheit più alte rispetto alla media del ventesimo secolo, si tratta della seconda temperatura più alta di sempre. Non solo la la superficie del pianeta ma anche gli oceani stanno diventando sempre più caldi.

LEGGI ANCHE Apple vince ancora: alta tecnologia nel rispetto dell’ambiente

L’Istituto Goddard per gli Studi Spaziali ha calcolato che le temperature degli oceani registrate a febbraio sia la seconda di sempre. Un dato confermato dall’Agenzia Metereologica giapponese, che ha preso in esame i dati climatici dal 1891 a oggi. Gli scienziati hanno anche dato un’occhiata alle calotte polari, ne emerge un quadro preoccupante: il peggior dato dal 1979.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…