HTC One A9 è un iPhone 6 con sistema operativo Android?

La compagnia taiwanese HTC ha recentemente rilasciato il suo ultimo dispositivo Android, One A9, ad un prezzo di lancio molto competitivo di soli 399 dollari. La società è stata, tuttavia, accusata di aver plagiato in tutto e per tutto il design degli iPhone 6 e 6S di Apple, dando vita a quello che è stato definito un iPhone con sistema operativo Android. Tali accuse sono state subito commentate dal manager di HTC, Jack Tong, nel corso della conferenza stampa di ieri a Taiwan, il quale ha sottolineato come la stessa azienda sia stata la prima ad introdurre uno smartphone in alluminio unibody tre anni fa, quando l’iPhone 6 non esisteva ancora.

Le accuse e la risposta

Nel corso della conferenza, i giornalisti hanno messo in evidenza le particolari similitudini tra iPhone 6 e One A9, a partire dal chassis in alluminio, passando per gli angoli smussati fino alla fotocamera sporgente. Tong ha voluto ricordare che il primo dispositivo con caratteristiche affini è stato introdotto nel 2013 dalla stessa HTC e si tratta del One A7. In particolare, le bande chiare per l’antenna sono state sviluppate appositamente per il One A7. Inoltre, il manager ha evidenziato come l’One A9 sia un device più leggero e più sottile dei precedenti modelli, e che si tratti solo di evoluzione, non si certo di plagio.

HTC-One-M7

L’HTC One A7 è stato lanciato nel marzo 2013, con un telaio unibody in alluminio e plastica per le antenne. Tutti elementi che la compagnia di Cupertino ha adottato per l’iPhone 6 e iPhone 6 Plus, uscito 18 mesi più tardi e in seguito ripresi per il design di iPhone 6s. Il nuovo HTC One A9 è stato considerato un clone androidiano del melaphonino a causa di un chassis arrotondato agli angoli molto simili, medesime antenne in plastiche, una fotocamera posteriore sporgente, dimensioni e perché sarà disponibile nelle stesse colorazioni.

In risposta alle accuse, Tong ha ribadito che sia stata Apple ad aver emulato i loro dispositivi. Le sue parole sono sicuramente il frutto di un nervosismo causato dai commenti dei giornalisti, tra cui i più pesanti sono stati quelli di The Verge. L’editore americano ha descritto il nuovo One A9 come “un iPhone che fa girare Android” e “un oltraggioso pastrocchio tra il design di Apple e il software di Google”.

In definitiva, mentre non si può negare che HTC One A9 sia un evoluzione dei precedenti modelli, con un design ripreso da iPhone 6, è chiaro che entrambe le società peccano di aver preso in prestito alcuni elementi l’una dall’altra. Apple non ha ancora commentato la questione, ma c’è da ricordare che in passato aveva intrapreso un’azione legale nei confronti di Samsung quando introdusse la serie S.

000156327_5

 

HTC One A9

HTC One A9 è dotato di un display da 5 pollici curvo solo su di un lato, con dimensioni che si inseriscono perfettamente tra l’iPhone 6 e il 6 Plus. Il chassis in alluminio unibody è più sottile rispetto i precedenti modelli, solo 7.26mm (contro i 7.1mm di iPhone 6s e i 7.3mm del 6s Plus) ed include le stesse bande per l’antenna e una fotocamera posteriore sporgente da 13 megapixel. Le colorazioni sono simili a quelle del melaphonino: Opal Silver, Carbon Gray, Topazio Gold e Deep Garnet che arriverà solamente nel 2016.

Le somiglianze con iPhone 6 sono esclusivamente legate al design. All’interno abbiamo un processore SnapDragon 617 Quad-Core da 1.5GHz e 3GB di RAM. Ad affiancare la fotocamera esterna, quella interna scatta ottimi selfie grazie ai 4 megapixel. Grazie allo slot per la MicroSD, il dispositivo ha uno spazio di archiviazione che parte da 32GB e può arrivare fino a 2TB.

Come molti altri smartphone, anche l’One A9 è dotato di un lettore per le impronte digitale che consente di sbloccare il device senza l’utilizzo di un codice d’accesso, ed è dotato di supporto DAC per convertire file audio da 16-bit in 24-bit. Come già detto, il sistema operativo supportato è Android 6.0 Marshmallow.