HTC One A9, nuove immagini leaked svelano il design completo

A distanza di pochi giorni dalle ultime indiscrezioni, torna a far parlare di sé il futuro HTC One A9 con nuove immagini leaked rilasciate dal noto insider OnLeaks che ci permettono di avere un’idea più chiara sul nuovo smartphone Android, con design palesemente ispirato ad iPhone, di casa HTC.12

Oramai il nuovo HTC One A9 è protagonista di rumors e indiscrezioni con cadenza praticamente settimanale anche se l’effettiva presentazione ufficiale, per ora, non c’è ancora stata e non dovrebbe avvenire prima di un altro paio di settimane. HTC punta moltissimo sul suo nuovo HTC One A9 che avrà il compito di rilanciare le vendite dell’azienda taiwanese che, in questi mesi, sta attraverso un periodo piuttosto difficile a causa, soprattutto, del mezzo passo falso compiuto con il recente HTC One M9.121

Come ricorderanno i lettori più attenti, il nuovo HTC One A9 si caratterizzerà, stando a quanto emerso in queste settimane, per la presenza di un display da 5 pollici con risoluzione FullHD affiancato dal SoC Qualcomm Snapdragon 620, dotato di CPU Octa-Core formata da un Quad-Core Cortex A72 con clock di 1.8 GHz ed un Quad-Core Cortex A57 con clock di 1.4 GHz, e da 3 GB di memoria RAM. A completare il comparto tecnico troveremo una fotocamera posteriore da 13 Megapixel, collocata in una posizione differente rispetto alla camera degli iPhone, ed una fotocamera anteriore da 5 Megapixel. Il nuovo device della casa con sede a Taiwan dovrebbe essere uno dei primi smartphone, dopo Nexus 5X e Nexus 6P di Google, ad arrivare sul mercato con il nuovo sistema operativo Android 6.0 Marshmallow. La scelta di presentare il device già con Android Marshmallow potrebbe aver costretto HTC a posticipare il debutto sul mercato del device.1

Maggiori dettagli in merito al nuovo HTC One A9 arriveranno, senza alcun dubbio, nel corso dei prossimi giorni. Il nuovo device, la cui commercializzazione in Europa è possibile ma ancora tutta da confermare, dovrebbe arrivare sul mercato entro la fine dell’anno in corso con un prezzo di listino leggermente inferiore, ma probabilmente non di troppo, agli attuali top di gamma del mercato Android.