Huawei connette l’illuminazione IoT per la Smart City del futuro

Al CeBIT 2016 Global Event for Digital Business, Huawei ha annunciato il debutto della Connected City Lighting Solution, la prima innovativa soluzione multi-level di controllo energetico intelligente proveniente direttamente dal cosiddetto IoT (Internet of Things), ovvero l’Internet delle Cose. La CCLS appena annunciata da Huawei connette le luci dei lampioni stradali all’IoT e, tramite un sistema di gestione GIS-based, accede e gestisce in maniera approfondita ogni lampione presente sulla strada.

Questa soluzione permette ai manager municipali di avere informazioni dettagliate sullo stato di ogni lampadina, di ogni via e permette di accendere o spegnere e modificare l’intensità luminosa di ognuna di queste, permettendo così un’illuminazione “on-demand” e una riduzione dei consumi e degli sprechi energetici fino all’80%.

huawei-introduces-liteos-specifically-tailored-for-internet-of-things

Stando ai dati pubblicati da The Climate Group, ci sono complessivamente 304 milioni di lampioni stradali sparsi nel globo, numero destinato a salire intorno a 352 milioni entro il 2025, e saranno ubicati principalmente in ambienti cittadini, ancora più di quanto non siano ora. Si, è vero, il lavoro svolto da questi serve anzitutto per il cittadino ed il quieto vivere, ma portano anche ad un ammontare di energia sprecata ed i relativi costi di manutenzione che fanno alzare di conseguenza le tasse municipali. Per fare un esempio, Londra possiede approssimativamente 35.000 impianti di illuminazione stradali con un consumo stimato di 56.000.000 kWh annui che, uniti a tutte le varie ed eventuali spese di mantenimento, hanno un’incidenza non indifferente sulla spesa pubblica della capitale inglese. La Connected City Lighting Solution di Huawei intende rimediare a questo problema evidentemente sottovalutato.

global-smart_lighting_solutions_for_connected_cities

Un politica che integra la gestione smart per assicurare un alto livello di efficienza energetica 

Con la CCLS ogni singolo lampione verrà equipaggiato con un controller per gestire la luminosità e l’accensione ed avere quindi il controllo completo di cui sopra. A differenza inoltre delle tecniche standard di accesso, Huawei utilizza la 6LoWPAN Technology che, oltre ad essere meno energivora, gestisce in automatico la parte diagnostica, di networking e di problem-solving come l’interazione tra gli “street lamps” e altri dispositivi come ad esempio i sensori. Per aumentare il controllo e le performance, questa innovativa soluzione integra anche una politica intelligente per:

  • Calcolare automaticamente la luce in base alla longitudine e latitudine locale e tarare dinamicamente l’intensità per la specifica stagione, mese e persino giorno.
  • Questa soluzione smart sarà connessa con dei sensori interni e con altri di terze parti come quelli adibiti al traffico o al monitoraggio del tempo meteorologico e delle condizioni climatiche.
  • Per ridurre maggiormente il consumo la Connected City Lighting Solution adotterà delle lampade a LED con un risparmio stimato dell’80%.L'Internet delle Cose

Per ovviare a tutte le problematiche legate al rischio di inefficienza, Huawei adotta una soluzione GIS-based del proprio sistema per monitorare 24 ore su 24 lo stato di attività e ogni informazione possibile di ogni singolo lampione, abbassando drasticamente l’eventualità di guasti prolungati.

Gli step per costruire una città intelligente

La Connected City Lighting Solution adotta un’architettura aperta e stratificata:

  • L’intero processo di sviluppo si basa infatti su un sistema veloce ed open-source, LiteOS, per facilitare la standardizzazione e l’efficienza nelle connessioni tra dispositivi di terze parti.
  • Gli Agile gateway supportano architetture virtualizzate, permettendo lo sviluppo e l’installazione di applicazioni personalizzate da altre compagnie partner.
  • L’Agile controller con cui verranno provvisti i lampioni si potrà interfacciare con applicazioni sistemiche di terze parti mediante un’interfaccia northbound, aiutando così l’integrazione di vari componenti di servizio.smart city intelligente

Wu Chou, il CTO di Huawei Switch and Enterprise Communications Product Line commentando il proprio progetto al CeBIT 2016 ha detto:

“Fin dal lancio dell’Huawei Agile IoT Solution nel Maggio 2015, abbiamo portato molte applicazioni di successo, inclusa la stessa soluzione energetica basata sull’IoT. Huawei Connected City Lighting Solution è un’altra di queste applicazioni ed è un passo davvero importante per la costruzione di Smart City, ovvero il futuro a cui siamo destinati.”