Instagram si butta nell’e-commerce: arrivano le foto con tag per acquisti

Facebook, tramite l’app fotografica Instagram, vuole fare concorrenza ad Amazon nel mondo dell’e-commerce. Il social di condivisione foto, infatti, sta testando un sistema per procedere agli acquisti senza interrompere lo scorrimento delle immagini e direttamente dalle fotografie pubblicate.

Acquisti direttamente dalle foto

Per ora sono solo 20 i marchi che rientrano nella funzione, come Kate Spade, JackThreads e solo per utenti iOS negli USA. I prodotti acquistabili tramite un tag sulla foto nascondono il tasto “Toccare per visualizzare i prodotti”. Dopo aver selezionato l’articolo, gli utenti possono visualizzare una pagina di informazioni con prezzo, descrizione, foto aggiuntive e un bottone “Acquista Ora” per comprare direttamente da Instagram.

Questa nuova funzione potrebbe ricordare il servizio Facebook Instant Articles, ma ha in più il valore aggiunto di una maggior velocità e semplicità di consultazione. Instagram intende monetizzare permettendo ai brand che hanno aderito all’iniziativa di pagare per rendere “acquistabili” le proprie fotografie ad utenti che non li seguono.

Attualmente Instagram ha 500 mila inserzionisti, e ciò significa che dopo quattro anni dall’acquisizione da parte di Facebook (per 1 miliardi di dollari) l’app comincia a portare i primi, importanti guadagni.

L’acquisto dei prodotti direttamente all’interno dell’app Instagram, come sta facendo Facebook con le chatbot, potrebbe mettere in difficoltà competitor come Pinterest, che sta testando i Pins acquistabili.

Ovviamente non sempre gli utenti, anche una volta vista un’immagine, procedono direttamente all’acquisto ma salvano una serie di prodotti nella lista desideri per poi scegliere con calma quello che si vuole comprare.

Una cosa concettualmente simile alla lista desideri potrebbe essere introdotta anche in questa nuova funzione di Instagram: gli utenti potranno salvare alcune immagini, come dei segnalibri immaginari dove tornare quando si è decisi nel procedere all’acquisto.

LEGGI ANCHE
Instagram, nascondere commenti indesiderati ora è possibile: vediamo come
Instagram: ecco come il celebre Social vuole aiutarvi a trovare più ‘storie’

Ecco uno degli aspetti che differenziano potenzialmente le foto “shoppabili” da altri annunci web tradizionali: gli utenti non comprano quasi mai di impulso ma hanno bisogno di tempo per confrontare diverse opzioni di colore, prezzo e tanto altro a seconda del tipo di prodotto.