, ,

Internet in Italia: siamo decisamente indietro

La situazione per le connessioni Internet in Italia non è delle migliori. Esaminiamo i dati sul fronte della connettività mobile e domestica.

L’ultimo Rapporto sullo Stato Internet relativo all’ultimo trimestre del 2016, realizzato da Akamai, la dice lunga sul trend negativo registrato in Italia sul piano della crescita digitale. La società di indagine, attraverso i suoi 220mila server distribuiti in 127 Paesi, gestisce ogni giorno 800 milioni di indirizzi IP in tutto il mondo, per un totale di oltre 1 miliardo di utenti.

Il documento è interessante, ma non per quanto riguarda il Bel Pease. Il resoconto, visibile direttamente dai seguenti riferimenti in tabella, è davvero poco rassicurante.

Internet in Italia: la situazione è tragicaInternet Italia Akamai

Per quanto riguarda il numero di accessi ad Internet si evidenzia un dato a dir poco impietoso, così come evidenziato ormai da tempo. Il quarto trimestre del 2016, a fronte di 17.430.006 indirizzi connessi, ha visto l’Italia in decima posizione (in crescita del 5.4% rispetto al trimestre precedente), davanti ad India e Russia.

Davvero poco dignitosa, inoltre, la situazione sul fronte della velocità media di connessione, che vede una progressiva discesa in classifica dell’Italia, posizionatasi al 58esimo posto e rimanendo alla 28esima posizione nell’area EMEA, nonostante una timida crescita da 8.2 a 8.7Mbps nel trimestre. Peggio dell’Italia vi sono soltanto Croazia, Grecia e Cipro.

Banda Larga Internet in Italia: sempre peggiobanda larga Italia

La situazione non fa registrare un miglioramento neanche sull’adozione della banda larga. Le connessioni sopra i 4Mbps sono solo il 78%. A livello mondiale, ciò si traduce in una misera 63esima posizione. Di fatto, rispetto al trimestre precedente, si è registrato un calo dell’1,8% e dello 0,7% rispetto all’anno precedente.

L’Italia ha fatto registrare una battuta d’arresto anche per quanto riguarda le connessioni sopra i 10Mbps, che riportano un dato del 23%, nonostante un +19% sul periodo Q3 2016 e del +68% rispetto al Q4 2015.

Nella fascia dei 15Mbps ed oltre, solo il 10% delle connessioni risulta attiva, a fronte di una media EMEA del 30%. La classifica mondiale evidenzia una poco rassicurante 54esima posizione (29esima in EMEA), nonostante un +97% rispetto al corrispondente periodo precedente. Particolare menzione si deve, in questo caso, alla Svizzera, che con una crescita del 73% si porta al primo posto nel contesto della banda larga dei 10Mbps. In testa a tutte le classifiche mondiali troviamo, invece, la Norvegia con adozioni da 15 e 25Mbps.

Connessione Mobile in Italia: la situazione miglioraAkamai Internet Mobile Italia

Decisamente diversa è la situazione sul fronte della connettività mobile Internet in Italia, dove si registra una media di 11.2Mbps contro i 10Mbps di altre 19 nazioni europee. In questo contesto, detiene lo scettro di nazione più veloce il Regno Unito, con una velocità media di connessione pari a 26.8Mbps.

E tu a che velocità navighi a casa ed in mobilità? Ti ritieni soddisfatto del tuo provider? A te tutte le considerazioni del caso.

LEGGI ANCHE: ADSL e Fibra Ottica: le migliori offerte di Marzo 2017

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…