iPad Air 3: secondo KGI arriverà nella prima metà del 2016

Secondo l’analista Ming-Chi Kuo di KGI Securities, l’iPad Air di terza generazione potrebbe vedere la luce ben prima del prossimo autunno, con tutta probabilità entro la prima metà del 2016. L’evento più vicino, con cui Apple ha iniziato ad abituare i propri fan, è quello di marzo, durante il quale dovrebbero essere presentati anche l’Apple Watch 2 e il tanto rumoreggiato iPhone 6c con display da 4 pollici. La cattiva notizia per il prossimo tablet da 9.7 pollici è che, come l’iPad Pro, anche quest’ultimo non sarà dotato dell’ultimissima tecnologia di riconoscimento della pressione, il 3D Touch, ufficialmente debuttato con i nuovi iPhone 6s e 6s Plus.

iPad Air 3: per gli analisti a marzo 2016

Nella sua previsione, Kuo spiega che sarà improbabile vedere il 3D Touch montato su iPad Air 3 a causa di una serie di problemi di produzione. Mentre, si ritiene che la catena di montaggio del 3D Touch abbia svolto un lavoro più che ottimale nelle fasi iniziali, con lo scopo di evitare carenze, l’aumento della richiesta del prodotto e le tempisitiche richieste per il miglioramento della resa di assemblaggio siano stati invece cruciali per il suo rallentamento.

Questo spiega che non soltanto la compagnia di Cupertino è interessata al nuovo 3D Touch e che sempre più concorrenti sono impegnate nell’assicurarsi la propria scorta. Parlando di numeri, gli analisti prevedono che il livello massimo di produzione del 3D Touch sarà inferiore al 30%, questo almeno nel primo semestre del prossimo anno.

Per iPad Air 3 la seconda data papabile per la sua presentazione potrebbe essere in occasione del WWDC di giugno, diventando cosi il perfetto strumento per mettere bene in evidenza tutte le nuove funzionalità incluse in iOS 10.

iPad air 3 quando uscirà

Non solo iPad Air 3

Negli ultimi mesi, stiamo sentendo molto parlare dell’analista di KGI Securities, il quale sta rilasciando interessanti e più che attendibili notizie legate al mondo della Mela morsicata. Una delle ultime è stata correlata alla prossima generazione di iPhone, la settima, la quale con tutta probabilità sarà, invece, caratterizzata da 3D Touch e da design ultra sottile, nessun tasto Home e un unico sistema di input mediato dalla porta Lightining.

Il 3D Touch è stato introdotto da Apple per poter migliorare l’esperienza degli utenti nell’interazione con lo schermo touch screen. Basti pensare alle numerose applicazioni che stanno ricevendo sempre più aggiornamenti per un supporto ottimale del 3D Touch e al continuo miglioramento della progettazione della sua interfaccia utente, la quale ne sosterrà un maggiore uso nel corso dei prossimi anni.

Infine, KGI Securities ha ribadito, sulla scia di una precedente relazione di Morgan Stanley, che per il 2016 le spedizioni iniziali di iPhone 7 saranno inferiori rispetto a quelle delle precedenti generazioni, probabilmente proprio a causa di rallentamenti di produzione del 3D Touch.