iPhone 7 32GB, test riportano scarse prestazioni di memoria

iPhone 7 ed iPhone 7 Plus rispecchiano l’indicazione dei due nuovi terminali di punta di casa Apple giunti a sorpresa con la versione base da 32GB nel corso dell’evento Keynote 2016 che li ha resi protagonisti assieme ai nuovi ritrovati del settore wearable.

La sostituzione delle versioni base dei terminali da 16GB con le varianti da 32GB hanno lasciato intendere che, in un certo tal senso, il cambiamento c’è stato. Ad ogni modo, i ragazzi di GSM Arena hanno condotto dei test interni che hanno chiaramente evidenziato importanti discrepanze sul piano delle prestazioni nel confronto tra gli iPhone 7 32GB e gli iPhone 7 128GB e, addirittura, con la variante da 64 di iPhone 6S Plus messa a disposizione del confronto.

Attraverso l’utilizzo di Basemark OS II iOS, infatti, sono stati eseguiti una serie di test che hanno portato alla nostra attenzione un punteggio che non supera gli 800 score points, contrariamente ad un punteggio variabile tra 1300-1700 punti per i rispettivi terminali di prova. Visto e considerato che i test di memoria effettuati tramite Basemark OS II iOS presentano un forte indice di variabilità, ci si è decisi a passare a Pass Mark, un tool di benchmarking che ha evidenziato una cattiva predisposizione alle scritture di test su iPhone 7 32Gb, mentre le letture sono risultate in linea con quanto visto su iPhone 6S Plus.

Ma i benchmark non possono fornire un riscontro reale di utilizzo, trattandosi di software di sintesi prestazionale generica. Per questo, i colleghi hanno eseguito un’altra battuta di test reali generati per mezzo di riprese video della durata di 10 minuti in risoluzione d’uscita 4K tramite iPhone, tagliati poi a metà tramite app Foto standard di iOS. Da quel momento, quindi, si è proceduto al conteggio del tempo effettivo di salvataggio dei video come nuovi file. iphone 7-test-benchmark

Una prova empirica che potete condurre anche voi stessi a casa e che, come riportato dalle fonti, non farà altro che evidenziare le prestazioni di scrittura e lettura minorate per la versione da 32GB, la quale risulta tre volte indietro rispetto alla controparte con memoria interna da 128GB.

Se contiamo anche il test di PassMark, che porta alla luce un fattore minorato x8 in termini di velocità riscontrata per il test di scrittura, ci si rende presto conto del non allineamento della struttura di memoria tra i due modelli proposti da Apple. I risultati, ad ogni modo, sono stati condotti tenendo conto di sole due unità di riferimento e, pertanto, potrebbero esserci in giro modelli aventi chip di memoria di produttori differenti.iphone-7-test

A tal fine, confidiamo nel fatto che voi utente possiate condurre opportuni test di valutazione allo scopo di postare i risultati per le velocità in scrittura e lettura dei vostri terminali operando un confronto che possa fare chiarezza sulla questione. Aspettiamo ulteriori notizie su test iPhone 7.