iPhone 7: svelato un segreto sul nuovo processore

iPhone 7. Un terminale che, assieme alla sua controparte Galaxy S7 sta facendo molto parlare di se in vista dell’uscita ufficiale sui mercati internazionali. Pare che Apple abbia riservato ai propri utenti una sorpresa davvero inaspettata.

iPhone 7- Cervello elettronico made in Intel

Proprio così. A breve distanza dagli scandali Apple sui chipgate, smentiti poi da varie testate web e benchmarker autorevoli, Apple torna a far parlare di se sui suoi nuovi iPhone 7. Pare infatti che i processori on-board per il nuovo dispositivo della Grande Mela verranno prodotti, niente di meno che, da Intel che così facendo potrebbe scavalcare Qualcomm sul mercato mobile mondiale. Una relazione esaustiva sul portale web Venture Beat rimarca il fatto che Intel potrebbe essere in grado di fornire sia i modem che un nuovo microprocessore a favore di Apple per i suoi iPhone 7. Momentaneamente infatti gli iPhone girano su un Qualcomm 9X45 LTE. Ma, secondo la relazione di Venture Beat, Apple potrebbe fare il “doppiogioco” prendendo ad esempio il modello comportamentale adottato in occasione della realizzazione dei SoC per gli iPhone 6S. iPhone 7

Processori dunque realizzati sia da Qualcomm che da Intel. Non è un’ipotesi così remota visto che recentemente il CEO di Intel, Brian Krzanich, ha annunciato che il modem Intel 7360 avvierà le vendite entro fine anno e che i device che equipaggeranno il nuovo prodotto si susseguiranno nel corso del prossimo anno. Non è esclusa dunque la possibilità per Intel di produrre chip per iPhone 7 benché Apple non abbia ancora apertamente aderito ad alcun contratto. Certo per Intel ciò si tradurrebbe in un enorme incremento sul fronte del mercato mobile in termini di introiti. Il progetto infatti, se ufficializzato, prevederebbe un’equipe Intel di 1000 persone e maggiori entrate monetarie per l’azienda.

Apple Channel News:

C’è chi dice che Apple, sfruttando il processo produttivo a 14nm, potrebbe produrre SoC ibridi di tipo Ax utilizzando processori Qualcomm affiancati a modem Intel al fine di garantirsi maggiori prestazioni e gestione di risorse ottimizzata nel computo della potenza. Nonostante ciò, Apple sembra interessata al processo a 10nm di Intel verso il quale si orienterà però nel corso degli anni a venire visto che ancora non vi sono i giusti presupposti per avviarne una produzione di massa su larga scala. Inoltre, con l’acquisizione di VIA Telecom e delle attività CDMA, Intel potrebbe essere assorbita da questo punto di vista da Apple che al contempo potrebbe garantirsi una larga fetta di mercato in Cina. Vedremo un processore Intel sul nuovo iPhone 7? Lo scopriremo a tempo debito.

Contratti ed attivazioni telefoniche: Nuove delibere Agcom