, ,

iPhone 8 potrebbe costare $850 al lancio: manovra per contrastare Samsung?

iPhone 8 potrebbe stravolgere gli equilibri di una società che ha dato dimostrazione di inflessibilità sul fronte dei prezzi. Esaminiamo la questione.

Samsung Galaxy S8 ed iPhone 8 sono indiscutibilmente i terminali più discussi del periodo. Per quanto riguarda Galaxy S8, tutto è stato svelato in sede di presentazione, presso l’arena di New York lo scorso 29 Marzo 2017. Ma nei riguardi di iPhone 8, pendono ancora parecchi interrogativi, ed in ultimo il fattore prezzo, per il quale si sta ipotizzando una versione di lancio con listini a partire da $850, contro tutte le indiscrezioni che fin oggi hanno voluto la presenza di un device da oltre $1.000.

Questo quanto riferito dall’ultimo rapporto dell’analista Steven Milunovich di UBS, una società svizzera specializzata nelle ricerche di mercato, che ha indicato come iPhone 8 64GB possa effettivamente aggredire la concorrenza Samsung. Ma, ad ogni modo, si tratta di pure e semplici analisi preventive, in considerazione del fatto che Apple mantiene, come al solito, il totale riserbo sui terminali in uscita. In merito, quindi, si attendono ancora conferme ufficiali. Ma esaminiamo la situazione.

iPhone 8 sarà il prossimo top di gamma “economico” di Apple?

iPhone 8 prezzoApple eliminerà di certo il taglio di memoria da 32GB, a vantaggio di un’implementazione minima da 64GB, che ha senso in luogo di un device che nativamente non offre la possibilità di un ampliamento del comparto storage tramite sistemi esterni per microSD Card. Saranno le varianti da 64, 128 e 256GB a popolare lo scenario del comparto smartphone Apple di fine 2017. Ma non è tutto.

Le indiscrezioni trapelate fino ad oggi, infatti, indicano la possibilità di prevedere l’insediamento di ben tre terminali differenti. Avremo, infatti, iPhone 8, iPhone 8 Plus ed anche un’inedita iPhone Edition, celebrativa del decennale della serie iPhone ed equipaggiata con display OLED e design senza bordi con alto rapporto screen-to-body.

Chiaramente, il fatto di poter contare su un listino da $850 si riferisce al modello base da 64GB, mentre per la versione Plus (sempre da 64GB) si potrebbe arrivare ai $950, per poi sforare il limite dei $1.000 con il modello top-end iPhone Edition da 64GB. Si tratterebbe di un parco di scelte decisamente ampio, che consentirebbe alla software house di Cupertino di diversificare il mercato dei prodotti, offrendo soluzioni ad hoc per ogni tipologia di utenza, dalla meno esigente fino ai tecno-addicted più sfegatati.iPhone 8 uscita

Dal punto di vista commerciale, quindi, la società punta a rivaleggiare fianco a fianco dei nuovi Galaxy S8 e Galaxy S8+ Plus, che di certo hanno colpito positivamente un pubblico orientato alla ricerca di un device lussuoso e con possibilità di utilizzo ad ampio raggio nel segmento mobile, desktop, della VR e della domotica.

Il report di Milunovich, comunque, si spinge ben oltre, ed indica per Apple la possibilità di prevedere l’adozione di un’ulteriore gamma di terminali, che pongano in essere il valore aggiunto della convenienza economica per il consumatore, ora orientato verso i prodotti a marchio Samsung.

A tal proposito, l’analista parla degli iPhone 7S e degli iPhone 7S Plus da 64GB, posizionati nella fascia di prezzo compresa tra i $649 ed i $749, con iPhone Edition da rilasciarsi quale alternativa alle precedenti nei tagli da 64 e 256GB, eliminando quindi la fascia intermedia di memoria che, altrimenti, sarebbe difficile da posizionare in questo contesto di mercato.iPhone 7 ed iPhone 7 plus

Una situazione che, lato economico, consentirebbe ad Apple un miglior margine di guadagno, a fronte di un device top di gamma concesso ad un prezzo di lancio di molto inferiore rispetto alla concorrenza Samsung. Si tratta, chiaramente, di una semplice visione ottimistica di quello che potrebbe essere il prospetto dei prodotti da volersi al prossimo Keynote 2017 ma che, al momento, lascia il tempo che trova.

Si tratta, di fatto, di un’analisi decisamente azzardata e decisamente in controtendenza rispetto al modus operandi di una società che, nel tempo, ha dato dimostrazione di inflessibilità sul fronte dei prezzi. La questione sarà chiarita soltanto in autunno, quando saremo pronti a dare conferma ufficiale sulle specifiche e sui listino prezzi delle nuove soluzioni. In attesa di ulteriori aggiornamenti, lasciateci pure tutte le vostre personali considerazioni al riguardo.

FONTE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…