,

iPhone SE: già raggiunti 3.4 milioni di preorder in Cina


Il nuovo iPhone SE, a distanza di poco meno di una settimana dall’effettivo debutto sul mercato potrebbe già essere considerato un successo commerciale. Stando a quanto emerso in queste ore, infatti, il nuovo smartphone di Apple con display da 4 pollici avrebbe già raggiunto (il dato è aggiornato a circa 24 ore fa) quota 3.4 milioni di preordini in Cina, dove per evitare lunghe code agli Apple Store, la casa di Cupertino ha scelto di affidarsi, per la fase di lancio dello smartphone, unicamente alla vendita tramite prenotazione.
iPhone SE


I risultati ottenuti in Cina da iPhone SE in fase di preordine sono decisamente importanti e potrebbero rappresentare l’anticamera di un successo commerciale su scala internazionale per il nuovo dispositivo di Apple che ripropone il design e diversi elementi tecnici di iPhone 5S aggiornandosi al 2016 con un hardware di primissimo livello. Ricordiamo, infatti, il nuovo iPhone SE potrà contare su di un display da 4 pollici con risoluzione di 640 x 1136 pixel e sul SoC Apple A9 affiancato da 2 GB di memoria RAM.

A completare la scheda tecnica del terminale troviamo una fotocamera posteriore da 12 Megapixel, una fotocamera anteriore da 1.2 Megapixel ed una batteria da 1642 mAh. Il device sarà commercializzato in due varianti di memoria interna, una con 16 GB di storage ed una seconda, sicuramente più interessante, da 64 GB. Per quanto riguarda il prezzo di vendita, in Italia il nuovo iPhone SE sarà commercializzato al prezzo di 509 Euro, per il modello da 16 GB, ed al prezzo di 609 Euro nella variante da 64 GB. Le vendite del nuovo smartphone da 4 pollici di Apple inizieranno il prossimo 6 di aprile.

iPhone SE

L’esatto impatto delle vendite di iPhone SE sulle vendite globali di iPhone, per il momento, è quasi impossibile da pronosticare. I dati relativi ai preorder in Cina ci fanno ipotizzare un nuovo successo da parte di Apple che, stando alle ultime indiscrezioni, avrebbe comunque ridotto drasticamente gli ordini di processori nel corso del secondo trimestre dell’anno in previsione di un generale calo della domanda. Maggiori dettagli in tal senso emergeranno, senza dubbio, nei prossimi giorni. Continuate a seguirci per saperne di più.
Fonte: PatentlyApple

Loading…