NASA: 5 idee di tecnologia verde per rendere più pulito il trasporto aereo

I Passeggeri  di aerei saranno nel 2016 come numero circa la metà della popolazione mondiale, infatti si prevede che saranno circa 3,6 miliardi i passeggeri che prenderanno almeno un volo in tutto il pianeta. E queste cifre sono destinate a crescere sempre di più. Il futuro del trasporto aereo dunque potrebbe essere sempre più affollato, ma la NASA vuole rendere più pulito questa tipologia di trasporto e da due anni sta studiando come fare. Attualmente allo studio vi sono cinque idee tecnologiche verdi selezionate appositamente dall’ente spaziale americano. La NASA ha lo scopo di ridurre il consumo di carburante a metà, diminuire le emissioni nocive del 75 per cento, e costruire aerei più silenziosi.

“C’è stato sicuramente una particolare attenzione nelle nostre selezioni per portare avanti le attività che hanno maggiori chance di realizzare l’obiettivo perseguito dalla NASA e cioè ridurre l’impronta di carbonio del trasporto aereo nel corso del 21 ° secolo,” h dichiarato Doug Rohn, program manager,  in un comunicato stampa della NASA. Come detto le idee selezionate dalla Nasa sono 5. La prima riguarda la cosiddette Celle a combustibile alternativo. Dal 1960, la NASA ha utilizzato le celle a combustibile elettrico a idrogeno-ossigeno per aeromobili di grandi dimensioni, che richiedono manutenzione e contenimento complesso e costoso. L’agenzia ora cercherà di esplorare, nuove celle a combustibile più piccole ad alta efficienza energetica in grado di alimentare un veicolo di aviazione generale a propulsione elettrica.

La seconda idea attualmente allo studio per rendere il trasporto aereo più pulito è quella che riguarda le Stampanti 3D per aumentare la potenza del motore elettrico : In uno studio rivolto agli aerei elettrici, gli scienziati della NASA tenteranno di aumentare la densità di potenza dei motori elettrici, aumentando la loro potenza rispetto alle loro dimensioni e la massa. Per aiutarsi in questo compito, i ricercatori utilizzeranno la stampa 3D con l’obiettivo di produrre aerei più leggeri, grazie a parti più piccole.  La terza idea verde è quella che prevede di utilizzare le batterie al litio-aria per l’immagazzinamento di energia: le batterie di oggi rappresentano un grosso problema per gli aeromobili a trazione elettrica, che richiedono più energia di quanta la maggior parte delle batterie è in grado di memorizzare, ma le batterie al litio-aria possono offrire una soluzione possibile, secondo la NASA. Questo ovviamente in maniera del tutto teorica.

 Le batterie al litio-aria hanno la più alta capacità di stoccaggio, ma, in realtà, sono praticamente inutili senza l’elettrolita un materiale ultrastable che non si decompone come  avviene negli elettroliti standard. La NASA spera di finanziare la creazione di questo materiale. Un’altra idea è quella di cambiare la forma delle ali dei velivoli, la NASA vuole approfondire ulteriormente il concetto, la progettazione di ali per ripiegare su e giù in modo da agire come timoni durante il decollo e l’atterraggio. Tuttavia, l’agenzia avrà bisogno di indagare su quali  materiali e quali meccanismi saranno meglio utilizzare per questa trasformazione. Infine la quinta e ultima idea che la Nasa ha intenzione di sviluppare per rendere più pulito il trasporto aereo è quello di utilizzare delle antenne in grado ci comunicare con i satelliti liberando gli operatori dalla loro dipendenza dai segnali radio.