Ecco la USB Killer che brucia in pochi secondi un computer

Internet è sicuramente pieno di persone male intenzionate che le pensano davvero tutte per rendere la vita di noi “comuni mortali” più difficile e complicata. Basti pensare a tutti i virus, trojan, malware e crapware che quotidianamente vengono sfornati e pubblicati sotto forma di pubblicità, programmi ed app. Per questi è necessaria una buona dose di accortezza e possibilmente un anti-virus. C’è però qualcuno che è passato allo step successivo, quel qualcuno è Dark Purple, un blogger/informatico che ha creato la USB Killer, ovvero una chiavetta USB in grado di rompere irrimediabilmente il PC dentro la quale viene inserita.

USB Killer

Le motivazioni che stanno dietro alla creazione di tale macchina seminatrice di morte sono inspiegabili, ma questa è la versione 2.0 della USB Killer. In sostanza una volta inserita nella porta seriale questo dispositivo scarica ben 220 volt negativi.

“Quando viene collegata a una porta USB, un convertitore DC/DC parte e carica dei condensatori a -110 volt. Quando la tensione viene raggiunta il convertitore DC/DC si spegne.” spiega Dark Purple riferendosi alla USB Killer 1.0, ma ora con una carica negativa quasi raddoppiata la quantità di componenti messe fuori uso aumenta notevolmente.

Nel video in calce alla news vediamo gli amici di Tom’s Hardware provarla su un povero Thinkpad X60 che in pochi secondi si spegne e muore!

Trattandosi di un “attacco” non software, è difficile proteggersi in questo senso. Il nostro consiglio è di non accettare pennette USB dagli sconosciuti, perché se non contengono virus, forse possono friggere il vostro PC.