Il Lussemburgo troverà l’oro e altri minerali negli asteroidi?

Secondo fonti certe, il Lussemburgo  sta mettendo a punto il Prospector-X. Sebbene il nome evoca alla mente i piani malvagi dei cattivi dei fumetti in realtà si tratta di un macchinario che un giorno potrebbe essere capace di analizzare ed estrarre acqua e risorse minerarie dagli asteroidi. Oltre all’oro, elementi preziosi come platinopalladio e iridio.

Questo progetto nasce dalla collaborazione con la compagnia americana Deep Space Industries (DSI), alcune industrie minerarie e il piccolo granducato Europe. La DSI ha annunciato questa settimana che faranno presto lanciare Prospector-X in orbita terrestre per testare le tecnologie di risorse estrazione.

“Il nostro obiettivo è aprire l’accesso a risorse minerarie finora inesplorate su rocce senza vita che sfrecciano nello spazio, senza alcun rischio di danneggiare un habitat naturale”, ha detto il vice primo ministro e ministro dell’Economia del Lussemburgo, Étienne Schneider. “Il nostro primo obiettivo – ha detto ancora – è condurre ricerche in questo campo, con una seconda fase orientata verso attività più concrete”.

DSI Dragonfly

Il Prospector-X è un piccolo spacecraft che una volta lanciato in orbita terrestre avrà il compito di testare le tecnologie di estrazione delle risorse. Ad oggi l‘industria mineraria spaziale è ancora un settore infantile e le prime sonde sono sbarcate su una cometa solo alla fine del 2014. Tuttavia, alcuni paesi come il Lussemburgo e gli Stati Uniti si stanno preparando per una gara competitiva per gli asteroidi, in quanto questi corpi spaziali contengono risorse come l’acqua e sali minerali.

Prospector-x lussemburgo

 

Dal punto di vista giuridico per quanto riguarda gli asteroidi e le attività estrattive su di essi, è presente il trattato sullo spazio del 1967 che vieta ai paesi di possedere qualsiasi corpo extraterrestre, come ad esempio un asteroide o un pianeta. Ciò significa che gli Stati Uniti e il Lussemburgo non possono definire un asteroide come di loro proprietà. Tuttavia, è presente una scappatoia nel trattato che afferma che tutti gli stati possono esplorare liberamente lo spazio, questa frase da un margine di manovra agli stati sufficiente per rivendicare le risorse dell’asteroide.

Il Prospector-X del Lussemburgo passerà la maggior parte del suo tempo in bassa orbita e testerà la sua tecnologia di estrazione, ma non sarà solo. L’anno scorso, infatti, la società americana mineraria asteroide (Planetary Resources) ha lanciato il proprio veicolo spaziale in orbita per testare i sensori e le tecnologie di navigazione.

Ecco il video ufficiale che introduce il progetto e il prospector-X:

Diverse sono stati i commenti dei cittadini contrari a questo progetto. Tuttavia, il paese risponde alle domande sulla legalità tracciando un paragone tra industria mineraria spaziale e pesca d’altura. Infatti sulla pagina ufficiale del progetto compare quanto segue:

“Pescatore non possiedono l’acqua e che non possiedono il pesce, ma hanno il diritto di mettere le reti in acqua e portare il pesce sui ponti, e una volta che il pesce è lì, loro diventano proprietari “

Voi cosa ne pensate di questo progetto? siete favorevoli o contrari all’esplorazione dello spazio al fine di ricercare materiale minerario o pensate che le risorse economiche dovrebbero essere spese diversamente? Fatecelo sapere qui sotto attraverso i vostri commenti e per chi fosse interessato ad altri articoli sullo spazio, ecco alcuni link:

Ecco cosa succede se lanciamo una Go Pro nello spazio (Video)

SpaceX: il razzo di Elon Musk rifornisce la Stazione Spaziale Internazionale

La NASA mostra l’aurora boreale in un video 4K