MacBook Pro: Apple abbasserà i prezzi e introdurrà RAM da 32GB

La scorsa settimana, in occasione dell’evento Hello Again, Apple ha presentato i nuovi MacBook Pro con Touch Bar, la nuova rivoluzionaria superficie OLED tattile da tastiera, ma nonostante il discreto successo tra gli utenti, sembra che le lamentele sul costo potrebbero aver spinto la società ad abbassare i prezzi nel successivo aggiornamento, previsto per il prossimo anno. Questo è quanto ha affermato l’affidabile e noto analista di KGI Securities, Ming-Chi Kuo, suggerendo anche la possibile introduzione di una RAM da ben 32 GB, vediamo i dettagli.

MacBook Pro: i prezzi troppo elevati fermano i clienti

Il rapporto di Kuo si riferisce ovviamente al futuro aggiornamento di MacBook Pro del 2017,  e sottolinea come la compagnia du Cupertino tenda ad incrementare il prezzo dei suoi dispositivi, all’inizio dell’anno, per poi seguire una graduale diminuzione l’anno successivo. Proprio per questa ragione, l’analista di KGI Securities prevede che Apple annuncerà una nuova generazione di MacBook non prima della seconda metà del prossimo anno. Inoltre, secondo Kuo, il prossimo anno il mercato delle nuove porte USB Type-C e della nuova Touch Bar maturerà, e i clienti saranno più incentivati a passare alle nuove tecnologie.

Nuovi processori Intel in arrivo

Per quanto riguarda le specifiche, anche se gli aggiornamenti introdotti giovedì 27 ottobre sono notevoli, Apple implementerà nuove componenti hardware nei suoi MacBook Pro nel 2017, tra cui il supporto per 32 GB di RAM. La ragione di questo upgrade sarebbe da attribuire al prossimo aggiornamento di Intel, che rilascerà i nuovi processori Canonlake.

macbook pro apple abbasa i prezzi e introduce ram 32 gb

Come spiegato da Kuo, la nuova CPU Canonlake con RAM LPDDR 4 consuma dal 15% al 25% di energia in meno rispetto alle attuali CPU, consentendo in tal modo di implementare RAM aggiuntiva senza andare a complicare la durata della batteria. Probabilmente la compagnia potrebbe decidere di utilizzare la prossima CPU Skymont di Intel, ma se la società dovesse ritardarne il rilascio, allora Apple ripiegherà sui processori Coffee Lake, che utilizzano RAM LPDDR 3, costringendo l’azienda ad escludere la RAM da 32 GB.

LEGGI ANCHE: iPhone 8, Xiaomi Mi Max anticipa il display senza cornice e lancia la sua sfida

Phil Schiller ha anticipato questa decisione della società di implementare una RAM più potente già nell’attuale generazione di MacBook Pro, scelta che è stata accantonata in un secondo momento proprio a causa dell’eccessivo consumo di energia.

macbook pro 2016 prezzi alti

La nuova linea di MacBook Pro è stata accolta con reazioni contrastanti fino ad ora. I recenti sondaggi hanno dimostrato che parte degli utenti sono decisi a passare alla nuova tecnologia Touch Bar, mentre altri sono fermati da diverse ragioni dal farlo, anche se il grande motivo dietro la decisione della maggior parte dei consumatori risiede proprio nel prezzo.

  • unbe

    ma infatti i nuovi macbook pro sono bellissimi ma troppo, troppo cari…